Le botteghe sono la nostra storia e la nostra economia

di Lucio Ronca
Ricordo che diversi anni fa l’Italia era fanalino di coda per la vendita on line. Un triste primato che vedeva noi del sud in pole position. Avremmo dovuto continuare a vestire quella maglia nera, perché – in tal modo – non avremmo cambiato radicalmente i nostri consumi e il commercio al dettaglio non sarebbe andato così in crisi.
 
Favorire i processi di globalizzazione a discapito dell’economia locale, del mercato di vicinato, è tra i mali più gravi che ha prodotto la governance contemporanea che pensa più alla massa, alla grande distribuzione che ai piccoli commercianti e artigiani. È la triste logica dei numeri e del chi conta di più.
In questa logica, non si ha sensibilità e rispetto per chi, come le botteghe storiche di esercizi commerciali e artigianali, rappresentano la vita di un posto oltre che la sua economia.
 
*presidente provinciale Cna Salerno 
 

Rispondi