La settimana più lunga

di Andrea Pellegrino

Venerdì 28 settembre 2018: la vicenda Crescent di Salerno dovrebbe mettere il suo primo punto fermo. In questa giornata, il Tribunale di Salerno dovrà (dovrebbe) emettere la sua sentenza dopo un lungo processo che vede imputati, tra gli altri, anche il governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Sarà un punto di svolta, un giro di boa, non solo per la vicenda giudiziaria legata alla costruzione dell’edificio privato a Santa Teresa, ma anche per la politica cittadina e regionale. Se condannati, gli attuali politici coinvolti incapperebbero nelle maglie della Severino e per loro (De Luca compreso) potrebbe scattare la sospensione dalla carica.

In caso contrario – ossia di assoluzione – De Luca potrà tranquillamente programmare senza intoppi (almeno per ora) la sua ricandidatura a Palazzo Santa Lucia. Anche nel Palazzo cittadino c’è attesa, nonostante i vertici tenutisi negli scorsi giorni per raddrizzare l’azione amministrativa. Qui la situazione politica è più complessa e la sentenza, sia essa positiva o negativa, non cambierebbe il clima all’interno di una maggioranza sempre più insofferente. Per ora si aspetta e si guarda. Nel cassetto ci sono gli avvisi di sfratto per alcuni dirigenti comunali e anche per alcuni presidenti di società partecipate.

Attendono anche i Verdi di Michele Ragosta, pronti a spingere sull’acceleratore a partire dalla prossima settimana, quando non ci saranno più scuse, con l’ultima (legata alla sentenza) che cadrà. Ragosta, dalla sua, attende un riconoscimento politico in Regione, così come il suo gruppo al Comune di Salerno. Poi ci sarà la partita tutta interna al Pd già pesantemente preso di mira, nelle ultime settimane, dal governatore De Luca.

E non si esclude che l’inverno possa portare anche una profonda frattura interna, con l’ex sindaco di Salerno già pronto a rispolverare la sua “Campania Libera”. Il primo test? La festa de L’Unità in programma per il fine settimana a Pontecagnano Faiano. Immediatamente dopo il responso del Tribunale di Salerno.

Rispondi