Miama Beautiful Day, il sogno di una sposa da vivere a occhi aperti

di Clemente Donadio

Quando una donna incontra l’abito dei suoi sogni, lo indossa per la prima volta, si specchia e si immagina già sull’altare, è proprio in quel momento che inizia la favola. Anche lo sposo contribuisce alla realizzazione del suo sogno d’amore ma è quell’abito che fin da piccola una sposa ha sempre immaginato che la farà sentire una principessa.

Domenica 23 settembre, un evento paradisiaco ha permesso a tante future spose di iniziare a sognare e a immaginare il giorno più importante della propria vita: il Miama Beautiful Day. L’evento, tenutosi presso il Miamastore, sito nel centro direzionale Saccone in località Pagliarone, è divenuto per una sera una cornice per presentare ai futuri sposi alcune eccellenze del nostro territorio del settore del wedding.

Queste sono state le parole di Mauro Senatore, il titolare del Miama, che ha presentato la versatilità dei capi, realizzati in maniera sartoriale, con un defilé di abiti da sposa che celebra la bellezza della donna. “Beautiful Day” è stato il titolo dell’evento, proprio perché il titolare e Mariacristina Esposito, art director della sfilata, hanno voluto raccontare il giorno più bello della sposa fin dalla preparazione. Il tutto grazie alla presenza di un’eccellenza del wedding, che si è fatta notare non solo in Italia con le sue bride ma anche all’estero: Francesca Beyouty Ragone.

Il defilé è stato inaugurato da una live performance. Le future spose presenti hanno visto la lookmaker Ragone realizzare un bridal look, dal make up all’acconciatura, per poi vedere il risultato finale in passerella. Luci soffuse e suoni delicati del Service Front Stage, fiore freschi e composizioni da favola di Florilandia per incorniciare un momento romantico, il tutto intorno ad un green carpet per evidenziare il paradiso che è nato in quel mondo incantato.

I sogni divengono realtà grazie a professionisti del settore che permettono alle future spose di sognare e di immaginarsi ancora più belle, tra tulle e organza. Sarà per tutte le donne un “Beautiful Day” da vivere ad occhi aperti.

Rispondi