IL SALOTTO GASTRONOMICO. Le polpette

Gustose, aromatiche, ghiotte, saporite e rigorosamente fritte. Oggi parliamo delle polpette. Pare che la loro origine risalga ad Apicio, gastronomo e cuoco dell’antica Roma. E cammina cammina attraverso le cucine delle corti italiane dal ‘500 ad oggi, arriviamo al maestro Pellegrino Artusi, che per primo comincia a dare una ricetta con dosi e ingredienti precisi per questo piatto. Detto questo: chapeau a tutti i cuochi che hanno dato e danno lustro alla nostra cucina ma mi perdonerete se scrivo che ‘a purpetta ra nonna non si batte! La ricetta è questa:

INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE

  • 500 gr di trita mista (maiale e vitello)
  • 3 uova (1 intero + 2 tuorli)
  • 300 gr di pane raffermo
  • prezzemolo e aglio tritati insieme (un cucchiaino da caffè)
  • 70 – 80 gr di parmigiano grattugiato
  • sale e pepe qb
  • olio per friggere

Preparazione: Innanzitutto ammolliamo il pane nell’acqua. In una ciotola capiente mettiamo il pane strizzato, la carne e tutti gli ingredienti. Impastiamo bene con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo e ben legato. Facciamolo riposare in frigo una mezz’oretta. Trascorso il tempo del riposo prendiamo il composto e prepariamo le polpette cercando di farle tutte uguali (aiutiamoci con il porzionatore per gelato o con due cucchiai da tavola). Una volta pronte friggiamole un po’ per volta per non abbassare la temperatura dell’olio. Trasferiamole su carta assorbente. D’obbligo l’assaggio appena fritte.

a cura di Roberta Memoli – Il salotto gastronomico

Rispondi