Cucchi: lo Stato è innocente

di Alessandro Rizzo

La verità rende liberi ed è per questo che Riccardo Casamassima, uomo di Stato, ha messo la parola fine sul caso Cucchi. Il geometra è stato ammazzato, ma non dallo Stato. Da alcuni individui che con lo Stato hanno poco a che fare se non che ad esso hanno parassitariamente attinto ogni 27 del mese. Quelli non sono Carabinieri. I Carabinieri sono altro.

Ho amministrato San Mango per molti anni, ho iniziato nel 2003 da vicesindaco, mi sono occupato della Polizia Locale e poi dal 2008 per dieci anni ho fatto il Sindaco, autorità di Pubblica Sicurezza, e per un periodo ho anche dovuto esercitare le funzioni di comandante della Polizia Locale. Ho lavorato tanto accanto alle forze di polizia e non ho mai, dico mai, incontrato personaggi del profilo di questi individui resisi autori di comportamenti tanto disumani.

L’Arma è altro. L’Arma è il nostro simbolo di legalità, la nostra sicurezza e gli uomini che ci lavorano sono professionisti favolosi coi quali ho condiviso esperienze indimenticabili. Nelle occasioni programmate così come nelle attività improvvisate non è mai mancato né il supporto né il sostegno né la dovuta preparazione. Non è agevole comprendere quali meccanismi animaleschi possano scattare nella testa delle persone in determinate occasioni, ma quel che è certo è che io non riesco ad immedesimare quegli esseri allo Stato.

Per me Cucchi non l’ha ucciso lo Stato, ma tre esemplari di subumani nei cui confronti l’Arma dei Carabinieri ha il dovere di rivolgere ogni possibile conseguenza per dare un messaggio alla gente: l’Arma non è quello!

San Mango ha dato i natali al brigadiere Espedito La Rocca medaglia d’argento al valor militare e non a caso da molti anni ne celebra un premio, del quale viene insignito un militare che si sia distinto per meriti. È per questo che auspico che l’Arma reagisca, contro i tre colpevoli e contro chiunque abbia in qualche modo agevolato la loro posizione.

Perché rivendico il diritto di rimanere convinto che l’Arma sia un’istituzione militare insospettabile.

Rispondi