Rosario Tedesco, volto e voce di De Gregori

di Erika Noschese

Campione del web 2018. Il giovane cantautore di Laureana Cilento, in provincia di Salerno Rosario Tedesco ha spopolato all’ottava edizione di Tale e Quale show, il programma in prima serata di Rai Uno condotto da Carlo Conti. Amante di Francesco De Gregori, al quale somiglia anche fisicamente, Tedesco inizia la sua carriera come artista di strada, anche e soprattutto per farsi conoscere. Ma la sua passione per il cantautore e musicista romano l’ha portato a far parte di una tribute band con la quale si esibisce – per strada e in vari locali della provincia di Salerno – proprio sulle note di De Gregori. E la sua passione non l’ha tradito: è proprio interpretando “Generale” che il popolo del web l’ha apprezzato e premiato. Rosario, da artista di strada a star del web.

Come inizia il suo percorso artistico?

«Inizia da molto lontano. Dalla prima volta in cui fui affascinato dalla chitarra, quella acustica per essere più precisi. Ero pressoché un adolescente, e ricordo come fosse ora la prima volta che udii quel suono di corde stridenti che mi fu subito familiare e che fin da subito ebbi voglia di riprodurre io stesso quanto prima. Subito dopo scoprii la possibilità di poter cantare accompagnandomi da solo con questo meraviglioso strumento, più o meno alla maniera dei cantautori italiani della fine degli anni ’70 e dell’inizio degli anni ’80 e, successivamente, di farlo suonando anche l’armonica a bocca – che poi è divenuto, di fatto, il mio strumento per eccellenza – come facevano alcuni di loro emulando il grande Bob Dylan, come ad esempio Edoardo Bennato e lo stesso Francesco De Gregori, al quale poi mi sono appassionato più che ad ogni altro. La scelta di diventare artista di strada l’ho maturata solo qualche anno fa, in un momento della mia vita in cui, un po’ per necessità, un po’ per scelta, un po’ per vocazione, decisi di diventare un musicista a tutti gli effetti. Quindi, dal momento che non avevo altra fonte di reddito, e che le serate che facevo nei locali coi vari gruppi nei quali suonavo in quel periodo erano effettivamente poche e non mi permettevano di vivere dignitosamente, decisi, come si dice in questi casi, di andarmelo a cercare io il lavoro, e la strada si rivelò subito il palco ideale per soddisfare questa mia esigenza, ma anche per vivere un’esperienza che mi ha arricchito moltissimo sia come musicista che come uomo, e che consiglio assolutamente a chiunque. ‘Star del web’ lo sono diventato davvero per caso. Non me lo aspettavo. Il merito in gran parte va a Elena, la mia compagna, che prima mi ha suggerito l’idea di inviare il video grazie al quale poi sono risultato vincitore del concorso “Tale e Quale Pop”, e poi si è assicurata che lo avessi fatto per davvero. La prima volta in cui qualcuno mi ha detto che il video che avevo inviato era stato selezionato per essere mostrato sul finire della penultima puntata di “Tale e quale show” son rimasto incredulo. Poi quando sono stato contattato dalla Rai, perché mi fosse comunicato che ero io il vincitore assoluto del concorso, son rimasto letteralmente senza parole. Pensavo fosse uno scherzo. Invece era proprio vero».

Amante di De Gregori, tanto da suonare in una tribute band a lui dedicata. Come nasce la sua passione per il cantautore romano?

«Francesco De Gregori, il “Principe”, è un artista che amo e ammiro molto fin da quando ero ancora un bambino. Anzi, più esattamente fin dalla prima volta in cui ascoltai “Generale”, una canzone meravigliosa, epocale ed epica che amo da sempre, come credo la amino tanti di noi. Ho iniziato però ad appassionarmi a lui e a seguirlo in modo assiduo e costante solo intorno al 1987: avevo 17 anni, all’indomani di un concerto che tenne in estate allo stadio Vestuti di Salerno. Fui a dir poco folgorato dal modo austero in cui padroneggiava il palco, dalla sua classe e dalla sua eleganza, oltre che dalle sue canzoni, delle quali conoscevo solo alcuni tra i suoi brani più noti, oltre che dal suo stile di canto e, naturalmente, dalla sua voce. Guardarlo su quel palco rappresentò per me una grandissima fonte d’ispirazione a più livelli: artistico, musicale, stilistico, estetico, etico. Devo tanto a lui se da allora sono diventato la persona che sono oggi, umanamente ed artisticamente. E, ovviamente, gli devo in gran parte il merito per questo riconoscimento che ho avuto. E a chi mi ha fatto i complimenti per la mia “presenza scenica”, mi sento in dovere di dire che in gran parte è merito suo, in quanto stavo letteralmente impersonando lui, nel senso che lo stavo effettivamente imitando». Che ricordo ha della sua esperienza a Tale e quale Show? «Inutile dire che ho provato naturalmente un’emozione fortissima nel momento in cui Carlo Conti mi ha presentato e penso sia stato piuttosto evidente agli occhi di chiunque mi abbia visto in azione su quel palco. Emozione che però ho tentato il più possibile di contenere, cercando di restare concentrato su quello che mi apprestavo a fare e trascurando l’intero ambaradan che avevo intorno, dai giudici, al pubblico, a Carlo Conti, ai vari coach di canto e di ballo e, naturalmente, alle telecamere della Rai. Non so a quanto sia effettivamente servito, perché non ricordo quasi nulla di quel momento, tanto mi è sembrato rapido e interminabile al tempo stesso per l’enorme pressione che sentivo addosso. Entrando in scena ho tenuto lo sguardo fisso sull’asta col microfono e non ho guardato altro né altrove fino al termine della mia prova. Poi è partita la base musicale, ed è andata com’è andata. L’importante è che sia andata».

Da un piccolo paese della provincia di Salerno a uno show nazionale…

«A pensarci può apparire, di primo acchito, abbastanza rilevante questa cosa ma, nella sua sostanza, è qualcosa che si è consumata in una maniera così veloce – la mia performance è durata appena un minuto e venti – che non so nemmeno se abbia senso soffermarcisi così tanto. Sicuramente, ha rappresentato, per me, una vetrina importante grazie alla quale ho avuto una visibilità che mai mi sarei nemmeno immaginato, e che è destinata ad aumentare, credo, anche grazie al fatto che il video della mia apparizione in tv è online e visionabile su Raiplay, perché sappiamo quale importanza abbia oggi il web per autopromuoversi. Non posso che essere felice e soddisfatto per l’enorme fortuna che mi è capitata nell’esser stato scelto proprio io tra migliaia di altri spettatori che avevano partecipato al concorso e ambivano a vincere lo stesso premio. Che sia stato il caso, o il merito, o chissà quale altra strana congiunzione astrale che ha determinato ciò, cercherò di cavalcare l’onda di questa popolarità improvvisa che mi è giunta, per quel poco o molto che è destinata a durare, cercando di far veicolare l’attenzione e l’interesse che ho attirato per ottenere delle gratificazioni superiori a quelle che ho avuto fino ad oggi da un punto di vista lavorativo, intendo come interprete e, eventualmente, anche sosia di Francesco De Gregori, ma anche e soprattutto verso il mio progetto da cantautore al quale lavoro da un po’ di anni. Nell’ultimo anno ho pubblicato due inediti, il primo dal titolo “Non sono nato per essere nato”, e il secondo “Disubbidiente”. Entrambi sono stati prodotti, sia per quanto riguarda la musica che il video, da Angelo Napoli, musicista salernitano di straordinario talento con il quale collaboro da diversi anni. Entrambi i brani sono presenti su Youtube. La loro pubblicazione è il primo passo verso l’uscita del mio primo lavoro discografico, che vedrà la luce non appena capirò che è il momento propizio per farlo. Spero comunque entro al fine del prossimo anno».

Nonostante l’ambito premio conquistato, Rosario non intende mettere da parte la sua voglia di farsi conoscere dal pubblico ed è pronto a tornare a Salerno, dove ricomincerà a suonare lungo le strade della città proprio in occasione della kermesse Luci d’Artista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...