Francesca “Beyouty”: un mondo di bellezza tra spose e solidarietà

di Erika Noschese

E’ la regina del make up. Francesca “Beyouty” Ragone sta collezionando un successo dopo l’altro, conquistando il pubblico con la sua simpatia e la sua bravura. Esperta in materia di “bellezza”, Francesca – salernitana doc – è accanto alle spose, nel loro giorno più bello, per renderle più splendide che mai. Ma, attenzione, per lei la bellezza non è affatto sinonimo di perfezione ma di sapersi voler bene per come si è, difetti compresi.

Francesca, icona di bellezza. Come definirebbe il concetto di “bello”?

«Pensando al bello mi viene in mente quando, guardandoti allo specchio, vedi il tuo riflesso e ti riconosci in esso. “Che bello!” è un’esclamazione che esterno quando sento un’emozione, quando a prescindere dalla bellezza oggettiva di una persona o di una cosa quell’immagine mi comunica qualcosa che va al di là del visibile. Ed è lì che vivo la mia costante ricerca, non della perfezione ma della bellezza che si racconta».

Come il mondo della bellezza ha cambiato la sua vita?

«Ho scoperto la bellezza in un momento difficile ed è stato in quell’istante che ho capito che la medaglia doveva essere rovesciata. Dovevo guardare la luce piuttosto che il buio, in me stessa, in chi mi era vicino e in chi avrei conosciuto poi. Da lì ho rivoluzionato la mia vita in meglio. Vivere il mondo della bellezza è uno stato di grazia che mi permette di condividere con chi si affida a me quanto di bello possa esistere, non solo dal lato tecnico ma soprattutto da un punto di vista del cuore. “Mi fido di te” sono parole magiche, ricche di responsabilità, un dono di cui prendersi cura quando hai la fiducia delle persone, quando divieni parte della loro vita. La magia accade ogni volta che divengo uno scrigno che custodisce desideri, incertezze, pensieri profondi. Come può la tua stessa vita non essere meravigliosa?».

“Piacerti come sei” è da sempre il suo motto. Quanto può essere difficile imparare ad accettarsi e ad amare se stessi?

«Accettarsi è la più difficile delle sfide. È un lavoro costante su se stessi. È una continua ricerca dell’equilibrio interiore, molto spesso compromesso da paure e difficoltà. La capacità di accettarsi è nel ritrovarsi ogni volta più forti di prima».

 

 

Parla spesso di look therapy. Di cosa si tratta?

«La mia mission è riscoprire l’unicità di ognuno di noi attraverso un percorso di consapevolezza in cui, quando ti ritrovi nell’immagine che riflette, lo specchio diventa il tuo miglior alleato. E se a raggiungere sintonia tra anima e immagine esteriore ci aiutano trucco, acconciatura e stile, perché non utilizzarli? Ed è qui che nasce il look come terapia del benessere». Ci parli del suo rapporto con le Beyouty Bride… «Complicità, confidenza, fiducia. Quando si parla di sentimenti, emozioni e sogni da realizzare, l’empatia si respira subito nell’aria. Da questi incontri speciali nascono dei rapporti a lungo termine. Le mie spose diventano amiche e in tanti casi mi ritengono come una persona di famiglia, perché vivo con loro momenti unici, che segnano la loro vita per sempre ed anche la mia». Primo premio a livello nazionale per gli Italian Wedding Awards e tanti altri successi…  «Per me ogni successo non è fine a se stesso ma rappresenta una tappa di un cammino professionale ricco di sacrifici, di amore e di dedizione. Ogni volta che vengo premiata penso alla mia terra, alle mie radici a cui rimango fortemente legata, nonostante abbia la tenacia e il coraggio di buttare il cuore oltre l’ostacolo».

Recentemente ha inaugurato la Masterclass in cui parla di nuove tendenze…

«Ritengo che la moda debba essere sempre personalizzata, al di là di ogni tendenza. È così che accolgo le novità e le elaboro affinché possano diventare fruibili per ogni donna. Condividere l’emozione di questo passaggio delicato con altri professionisti mi ha spinto ad organizzare la masterclass “Sogno ad occhi aperti”. In questa occasione, non solo ho lanciato le tendenze “bridal look” 2019 secondo il mio punto di vista e alcuni segreti del mestiere, ma ho ricreato una vera e propria atmosfera immersiva in quell’attimo di eterno in cui realizzo il look della mia bride».

Coccola le donne, a poche ora dal loro matrimonio. Il suo rapporto con l’amore?

«L’amore avvolge la mia vita in tutto ciò che faccio, infondo amore e ricevo amore costantemente. Non posso fare a meno del bacio di mio marito prima di andare a lavoro, di mia madre che mi dice “Hai mangiato?”, dei miei amici che mi abbracciano con sincerità. E quando si vive di amore non si può non avere un cuore pieno di gratitudine».

Lei è la titolare in esclusiva in Campania della VOR Academy inaugurata per il terzo anno consecutivo nella sua Salerno…

«Grazie ai percorsi accademici trasferisco la mia esperienza iniziata con Valeria Orlando, ideatrice di un brand di make up che ha valore intrinseco di rispettare la persona. Abbracciando i valori di questa azienda fin dal principio del mio percorso professionale, è stata naturale conseguenza l’apertura dell’accademia. Un ambiente che sa di generosità, aiuto reciproco, rispetto dell’altro, generando un bellissimo gioco di squadra. Non a caso le componenti del mio staff hanno seguito questo percorso accademico assimilando non solo la tecnica ma anche i valori che un professionista deve avere, in un lavoro come il nostro a contatto con il pubblico».

Cosa significa per lei aiutare una donna a realizzare il suo sogno?

«Ogni volta che si parla di sogno si pensa sempre ad un qualcosa di lontano e irraggiungibile. Io lavoro affinché le donne realizzino i propri desideri, giungano a quel momento che hanno sempre immaginato e che poi diviene realtà. Quando vedo una donna con il sorriso ed emozionata non c’è bisogno di dire altro, la sua felicità è anche la mia. Si vince sempre in due». Calendario Beyouty Bride, un atto di solidarietà… «Per il secondo anno consecutivo ho voluto, insieme al mio staff, realizzare questo progetto di solidarietà che ha visto tutte le mie bride indossare l’abito da sposa per una giusta causa. Grazie alla location Star Story Studio di Roberto Rokkerroll, al set fotografico a cura di Ornella Foglia e agli allestimenti firmati Fantasy World Decoration di Rosaria Giordano, le bride si sono divertite a posare in stile rock rappresentando un mese dell’anno. Questa volta abbiamo dedicato il calendario all’associazione Acto Campania – Alleanza contro il Tumore Ovarico, con una dedica speciale: a Francesca, una Beyouty Bride di cui conservo un ricordo meraviglioso. È stato bellissimo come l’unione delle donne, anche questa volta, abbia fatto nascere qualcosa di bellissimo ed emozionante».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...