Quando Cronache volle piazza Giordano

di Andrea Pellegrino

Qualche anno fa attraverso le colonne del quotidiano “Le Cronache” lanciammo l’iniziativa di una strada o di una piazza intitolata a Vincenzo Giordano. Iniziativa che fu accolta, dopo mesi di dibattito, dall’allora sindaco di Salerno Vincenzo De Luca che individuò, non senza amarezza dei promotori che si sarebbero aspettati un gesto più concreto, un largo a pochi passi dall’abitazione del professore.

Poco, sicuramente, ma comunque un primo passo rispetto ad un processo di memoria che aveva relegato nell’oblio il sindaco socialista di Salerno. La figura di Giordano venne descritta dai suoi assessori, da politici cittadini, dai dirigenti di quel Psi che disegnarono insieme alla giunta laica e di sinistra la nuova Salerno. Un progetto di città turistica, che vide la nascita del Corso da Re e del lungomare e gettare le basi del Trincerone e di altre opere pubbliche strategiche per il capoluogo.

Un disegno e soprattutto finanziamenti (stanziati all’epoca dal ministro Carmelo Conte) che furono consegnati nelle mani di Vincenzo De Luca che, se da un lato ha proseguito l’opera di quel laboratorio politico, dall’altro ha dimenticato, troppo spesso, il suo ispiratore e promotore.

Se non fosse stato per Cronache e per la sua iniziativa, forse, ad oggi, seppur poca cosa, non avremmo avuto impresso da nessuna parte il nome di quel sindaco che venne travolto nella bufera della Tangentopoli salernitana che, con un colpo di spugna, cancellò quanto era stato prodotto da quell’amministrazione comunale, protagonisti compresi. Ancora, ad oggi, la timidezza non manca nel raccontare i fatti.

Angelo Manzo, ex assessore al commercio, ne ricorda parecchi, con l’estremo stile di un politico d’altri tempi, senza disprezzare quanto di buono è stato fatto durante il sindacato deluchiano. Con l’amarezza, però, di constatare che qualcuno si sia dimenticato delle proprie origini. Come l’attuale sindaco Enzo Napoli, che di quella giunta fu protagonista. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...