La metamorfosi dei Cinque Stelle

di Andrea Pellegrino

La batosta è stata pesante. Ma sostanzialmente c’era da aspettarselo. I Cinque Stelle all’opposizione sono una entità, al governo tutt’altro. Non fosse altro che l’opposizione permette di attrarre verso di sé la rabbia dei cittadini, contrariamente alla posizione di governo che impone altre regole. A partire da un partito strutturato, con sede, delegati e luoghi fisici.

L’opposizione va bene sul web, il governo proprio no. Il 4 marzo i Cinque Stelle hanno misurato la febbre del Paese ma non ne hanno individuato ancora la cura. Una rabbia, non solo dei giovani ma anche delle vecchie generazioni, che nelle urne si è riversata sulle Cinque stelle. Appunto: rabbia. Dovuta alle delusioni incassate da destra e sinistra, di elettori che, sostanzialmente, alla prima occasione utile tornano alla casa madre, o comunque, verso un partito strutturato.

E’ il caso dell’Abruzzo e della Sardegna di qualche giorno fa. La Lega è vecchia quanto il berlusconismo, nulla di nuovo. Ha solo cambiato il modo di comunicare verso l’esterno, sfruttando il metodo grillino ma mantenendo ben salde le caratteristiche – al suo interno e nelle trattative – di un vecchio partito politico di governo. D’altronde, la Lega ha già preso parte ai governi Berlusconi e guida da decenni importanti regioni del nord. Oggi ha solo cambiato pelle, adeguandosi ai tempi, seguendo le scie comunicative fino ad un certo punto. Ed oggi è vincente più dei Cinque Stelle che sono stati i fondatori di questo metodo.

La base grillina è troppo disorientata, basterebbe pensare al caso Salerno e alla volontà di non presentarsi (all’ultimo) alle elezioni amministrative. Basterebbe pensare al caso del deputato salernitano Nicola Provenza che ha battuto Piero De Luca nel collegio uninominale cittadino per poi quasi eclissarsi nel nulla. Forse una maggiore presenza dei rappresentanti sul territorio conterrebbe una così cospicua emorragia di consensi. Forse, però.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...