Pd: cambiare metodo, non solo la sede

di Andrea Pellegrino

Finito il tempo della paura, inizierà quello della concretezza. Solo allora si saprà l’effettiva stima dei partiti. Le Europee giocheranno un ruolo, in parte, decisivo. Soprattutto per il Movimento 5 Stelle che misurerà la sua forza dopo quasi un anno di governo.

Il primo test ufficiale, senza gli alibi trovati in Abruzzo e in Sardegna, ed il primo riscontro all’atteso reddito di cittadinanza. La misura – secondo le prime valutazioni – calza ben al di sotto delle aspettative di una grossa fetta di popolo pronto a strappare il sussidio governativo. In pratica funzionerà – o dovrebbe funzionare – per chi realmente ne avrà bisogno. Certo è che il Movimento 5 Stelle potrebbe perdere pezzi per strada, così come per il Tav, la legittima difesa e così via.

Per Salvini, ad oggi, potrebbe andar bene, finché non si scontrerà anche lui con la realtà: proseguire sulla strada del governo o ritornare nel centrodestra, ben consapevole della presenza ingombrante del Cavaliere. Anche per la Lega arriverà il tempo delle risposte quando sarà finito quello del sensazionalismo. Certo è che dalla loro gioca un ruolo fondamentale l’assenza del Partito democratico.

Nicola Zingaretti è ai primi giorni e solo domenica sarà il vero e proprio segretario nazionale del Pd. Per ora l’unica proposta, quella di sbaraccare il Nazareno, lascia il tempo che trova. Non fosse altro che probabilmente i dem avrebbero dovuto condividere o essere protagonisti di una misura come quella del reddito di cittadinanza, che nulla ha a che vedere con l’esiguo reddito di inclusione. Sostanzialmente resta l’assenza di proposta politica che svuota sempre di più i contenuti ma soprattutto le urne del Partito democratico. Chissà se l’era Zingaretti porterà un cambio di rotta. Certo, attualmente, un Pd senza alleati mai potrà sognare di ritornare al governo. Così come un Pd senza idee e contenuti. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...