“Salernitana in A, Cavese in B”: la Campania felix di Martino

di Matteo Maiorano

Per Peppe Martino la figura di Gennaro Olivieri era una sicurezza per il parco giocatori metelliano. Il tecnico, vecchia conoscenza del club costiero, divenne ben presto un perno fondamentale per la squadra di Guerino Amato.

“Nonostante fossi divenuto un dirigente della Cavese, ero comunque interessato a ciò che ruotava intorno al mondo del Vietriraito – ripete Martino – perché convinto che dall’orbita biancoverde avevo tratto delle piccole lezioni, pillole di calcio, concetti estendibili anche a diversi palcoscenici”.

La Salernitana, che dal club metelliano aveva ottenuto diversi prospetti interessanti, “iniziò dopo qualche mese a non pagare gli stipendi dei calciatori in prestito: Bottega, De Biase, Messina e Ferraro, dopo un anno, tornarono a Cava”. Q

uello di Martino era un progetto ambizioso: “Volevo a tutti i costi salvare il club granata, farlo uscire dal forte momento di crisi economica. Misi in piedi un programma per cui la Bersagliera sarebbe dovuta arrivare in A e la Cavese, in B, avrebbe rappresentato il parco giocatori giovanile più talentuoso d’Italia”.

A questo proposito Martino contattò l’entourage granata, sondando il terreno in vista di un eventuale passaggio di quote: “Avrei ricoperto il ruolo di presidente della Salernitana, ma trovai un ostacolo sulla mia strada”. Enzo Grieco, uno dei maggiori finanziatori del Cavalluccio, negò a Martino la possibilità di ricoprire la carica.

Alla Cavese, qualche tempo più tardi, venne accostato un nome poco simpatico a Peppe Martino: “Nel 1986 lasciai il mio incarico di dirigente del settore giovanile cavese. Giunse a Cava Ernesto Bronzetti, con il quale ebbi diversi anni addietro una diaspora. Lui, dirigente della Pro Vasto – racconta Martino – prese due giocatori tesserati con il Vietriraito e li condusse presso il club teatino”. Il clima, nello spogliatoio fu nuovamente rovente.

(13.continua)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...