«Si è perso l’interesse per l’arte e la manualità»

di Mariangela Molinari

Le dinamiche culturali, sociali e politiche del passato ci aiutano a capire e ad avere una visione più lucida del nostro territorio. Molti commercianti non solo del centro storico, bensì anche quelli della zona orientale hanno risentito fortemente della crisi economica, alcuni di loro sono stati costretti a chiudere i battenti ed altri ad affrontare periodi estremamente difficili. A parlarne è Raimondo Di Domenico titolare della galleria d’arte Caravaggio in via Posidonia a Pastena.

«Siamo presenti – dice Raimondo – sin dal 1970, un periodo storico contrassegnato dall’interesse per l’arte e per la vendita di cornici. Oggi, però, le cose sono molto cambiate: prima si lavorava tanto, le richieste della gente riguardo agli acquisti di dipinti, di cornici decorate e lavorate, aumentavano in modo soddisfacente, le spedizioni erano così tante che decisi di acquistare un furgone per le consegne».

Raimondo Di Domenico ha ben chiari quelli che sono stati i cambiamenti di questi anni: «Il guadagno era maggiore negli anni passati e ciò alimentava l’avvicinarsi delle persone a tutto ciò che era arte e cultura; lo stesso non si può dire oggi. Il fattore prioritario che ha diminuito l’afflusso delle vendite nelle botteghe storiche è stato senza dubbio “l’invasione cinese”, laddove, gli occhi non sono più puntati sulla qualità dei prodotti, bensì sul risparmio». «La causa- secondo il signor Raimondo- è dovuta principalmente all’introduzione dell’euro che da un lato ha impoverito le famiglie, mentre dall’altro ha aumentato le tasse nel settore commerciale».

«Da un punto di vista culturale sono scomparse quasi totalmente le gallerie storiche nella nostra città; la mia attività persiste nonostante le difficoltà, perché lavoro insieme alla mia famiglia e quindi non ho necessità di assumere dipendenti. La nostra ditta è erede di tre generazioni: quella di mio padre, la mia e quella di mio figlio Costantino. La lavorazione è completamente artigianale e la tecnica è quella di un processo di antica doratura denominata “oro foglia”, ovvero delle lamine dorate che vengono messe sulle cornici».

«Questa lavorazione – conclude poi- necessita di capacità lavorative non alla portata di tutti, in primis perché ci vuole maestria, poi si aggiunge il fattore legato alla tecnica, in quanto è costosa e poche sono le attività rimaste in tale settore».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.