La Rari Nantes torna in città: Salerno abbraccia i suoi campioni

di Matteo Maiorano

Festa grande alla piscina Simone Vitale per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno. Il sodalizio caro ad Enrico Gallozzi, dopo il trionfo ai calci di rigore contro Latina, è infatti approdato dopo 26 anni nel massimo campionato di pallanuoto italiano.

La A1 porta la firma un gruppo straordinario, che provava ormai la risalita da 4 anni: sfortuna e inesperienza sono i fattori colmati dal gruppo guidato da Matteo Citro e dal capitano Andrea Scotti Galletta. Il numero 5 giallorosso si è fatto scudo della squadra nei momenti difficili, come quando nella seconda parte di stagione il calo sembrava far prefigurare ancora una volta il peggio. E invece a Latina si chiuso un ciclo incredibile, che ha visto la squadra reggere alle pressioni e regalare alla città di Salerno l’ambita promozione in A1.

Lunedì il sodalizio è stato premiato al torneo di Santa Teresa (rassegna di beachsoccer che da anni riempie gli spazi dell’arenile cittadino omonimo) con una targa celebrativa. Il presidente Gallozzi ha invitato i tifosi a gremire le tribune della Vitale per accompagnare idealmente la squadra verso traguardi ancor più ambiziosi.

Nel tardo pomeriggio di lunedì la squadra è tornata finalmente a casa: alla piscina Vitale, accolta dal primo cittadino Enzo Napoli, dall’assessore allo sport Angelo Caramanno e da Nello Talento, già presidente provinciale del Coni ha ricevuto l’abbraccio di centinaia di tifosi in festa. L’invito è quello di non fermarsi e continuare un percorso che potrebbe regalare al pubblico grandi soddisfazioni. Prematuro parlare di traguardi ma il meglio deve ancora venire.

Rispondi