«Porto nelle piazze la mia Maialumeria»

di Erika Noschese

Maialumeria: è il nuovo format ideato dal comico napoletano Simone Schettino impegnato, in questi mesi, con la sua tournée estiva in tutta Italia. Si tratta, nello specifico, di uno spazio dedicato all’universo dei salumi di alta qualità dove si può fare la spesa, conoscere i migliori salumi nazionali ed esteri, prendere un aperitivo al Salame Bar, mangiare una cucina di tradizione e creativa al tempo stesso e vivere un’esperienza gastronomica diversa in una suggestiva sala di affinamento. 

E proprio Schettino, nei giorni scorsi, ha fatto tappa a Salerno: il comico napoletano è infatti stato ospite di GustatiGiovi con uno spettacolo tutto da ridere che ha fatto registrare, neanche a dirlo, il tutto esaurito.

Simone, Maialumeria sta riscuotendo un enorme successo…

«Sì, la manifestazione prosegue e abbiamo sempre riscontrato un’adesione straordinaria da parte del pubblico. Quando parliamo di una manifestazione aperta al pubblico, in piazza, anche se è strutturata come anfiteatro, se le persone non sono abituate è chiaro che si crea casino. Invece c’era un’attenzione quasi da teatro e ricevere un’attenzione simile, in una manifestazione all’aperto, aperta al pubblico e gratis non è da tutti. Grazie a chiunque è venuto».

La comicità resta sempre l’arma migliore per diffondere dei messaggi importanti. Lo hai fatto anche tu e lo fanno spesso anche i tuoi colleghi…

«Esistono tante armi, non solo la comicità sennò poi dovete dare quest’incombenza a noi comici che dobbiamo essere quelli che fanno pensare… No, vi prego. Chi vuole pensare lo fa sia con un messaggio comico sia con un messaggio serio. Chi nun vo pensà, nun pens comunque. E allora io dico l’importante che la gente si diverta, poi se capisce la sottotraccia di un messaggio ben venga.. Se una città chiama un comico, quest’ultimo non può angosciare chi ha di fronte. Va bene tutto, basta non sacrificare mai la comicità».

Napoletano doc, cosa pensi di Salerno, di questa città?

«Io sono di Castellammare di Stabia, sempre stato a metà strada fra Salerno e Napoli ma comunque chi conosce il mio pensiero sa. Non parliamo di Napoli o Salerno, parliamo del sud Italia, per quello che mi riguarda, e più in generale parliamo di quelli che vogliono bene al sud Italia. Per me la carta d’identità nun è mai cuntant nient. Chi ci vuole bene può essere anche di Bolzano, perché spesso e volentieri ci sta anche il dirimpettaio che distrugge la nostra terra. Mai generalizzare, come se uno ci rispetta ed è affezionato a noi e ci stima, ripeto, può essere anche del Polo Nord va benissimo».

Intanto, continua il tour Maialumeria. Quali sono i tuoi progetti futuri?

«Ora continua la tournée estiva, grazie a Dio. E conto di perdere anche un paio di chili, cosa da non sottovalutare con questo caldo che fa la sera. Poi, in inverno tanto teatro e chissà, magari si riprende la televisione se rifaranno programmi comici».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.