La prodezza di Elez manda in estasi la Rari

di Matteo Maiorano

Primo hurrà casalingo per la Rari Nantes. A tre secondi dalla sirena il capolavoro di Elez firma i primi tre punti tra le mura amiche dei giallorossi, che superano Telimar Palermo 12-11 al termine di una gara ricca di emozioni. Il croato da oltre dieci metri infila la retroguardia siciliana scatenando il pubblico di casa, in visibilio al termine della gara. Al roaster di mister Citro va dato atto di una tenacia agonistica incredibile, che permette alla Rari di allungare dal duo di coda e guardare con maggiore ottimismo alla trasferta di Siracusa in programma nel prossimo turno.

«Una sfida da sei punti», come definita dagli addetti al lavori, alla quale la Telimar si è presentata con un solo punto in classifica, pur potendo contare su una rosa di tutto rispetto. Sfida dal sapore particolare per il salernitano Del Basso, il quale milita tra le file isolane, tornato in Sicilia a mani vuote. Protagonista assoluto dei primi due quarti l’attaccante Michele Luongo, autore di una manita fondamentale ai fini del risultato. Al termine delle prime due frazioni, i giallorossi sono sotto di un punto e nel terzo tempo i siciliani riescono ad arginare Luongo.

E’ allora che salgono in cattedra Gandini ed Elez a chiudere sul 2-1 per i giallorossi il parziale. L’ultimo quarto comincia in perfetta parità con il pubblico della Vitale a spingere la squadra oltre l’ostacolo. Questa è la frazione di Cuccovillo: l’attaccante ne infila ben tre, tenendo a galla i sogni della Vitale. Ma allo scadere, quando tutto lasciava presagire l’ennesima beffa per la Rari, dopo la parata di Santini, la squadra di Citro vola in cielo.

Elez, da oltre dieci metri, lascia partire un tiro incredibile che si infila alle spalle di Washburn. Esplode di gioia la Vitale: la Rari vola a 8 punti e tiene lontana la zona calda della classifica.

Un pensiero su “La prodezza di Elez manda in estasi la Rari

Rispondi