La nostra stella ci guiderà

di Andrea PELLEGRINO


E’innegabile: lo sconforto, l’assenza, il vuoto ci assale. La forza di una squadra e l’insegnamento di Marta ci guidano in questo drammatico inizio d’anno. Ci guidano al punto da riprendere un cammino tracciato dall’anima e cuore di questo prezioso giornale.

Riprenderemo a trattare i temi che ci hanno sempre contraddistinto, fin dalla nascita di Ora di Cronache, nel solco di un percorso studiato, approfondito e curato, sempre nel massimo rispetto e nella ricerca della verità, senza rincorrere lo scoop a tutti i costi. Come Marta avrebbe voluto e come Marta vuole.

Riprenderemo l’inchiesta sulla Costiera Amalfitana, messa in ginocchio dall’ultima ecce-zionale ondata di maltempo. Una Divina ancora chiusa in parte e isolata ma soprattutto fortemente penalizzata durante le vacanze di natale, colpita al cuore della sua economia. Seguiremo, ci interrogheremo, cercheremo di andare a fondo di una vicenda che merita tutta l’attenzione mediatica del caso.

Abbiamo sostenuto, nelle precedenti edizioni, se “crolla la Costiera Amalfitana, crolla l’Italia”. Pungoleremo chi di dovere, a partire dalla deputazione europea, fino alle istituzioni locali, affinché ci sia un serio e valido progetto di messa in sicurezza di uno dei territori più belli del mondo.

Poi il lavoro, il tema che ha sempre contraddistinto le battaglie giornalistiche di Marta Naddei.

Le Fonderie Pisano, il cui caso è stretto tra diritto al lavoro e quello alla salute. Una vicenda irrisolta, dai tratti ancora poco chiari rispetto alle prospettive future.

I temi della solidarietà, le storie da raccontare, i giovani che vanno via da questa terra, i prossimi appuntamenti elettorali, con l’imminente apertura della campagna elettorale per le regionali. Sempre sul pezzo, cercando di approfondire ogni singolo aspetto di ogni vi- cenda che decideremo di trattare o che ci verrà sottoposta.

In ultimo, in questo avvio di 2020, va ancora una volta un ringraziamento alla mia (nostra) squadra che negli ultimi giorni ha fatto i conti con la parte più dura della vita, quella che in poche ore ti fa crescere e rafforzare all’improvviso, senza possibilità di appello.

Abbiamo perso tantissimo ma per quel che serve, ci consolerà quella stella brillante e luccicante che ci guida e ci assiste e redarguisce ogni attimo della giornata.

Ora che sei più in alto, dovrò (dovremo) essere ancora più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.