Zaia: «Voto a luglio». Più Europa: «No election day»

«Il decreto verra’ chiuso solo dopo il vaglio del Parlamento. Mi risulta che ci siano gruppi parlamentari che chiedono le elezioni subito». Il governatore del Veneto Luca Zaia insiste sul voto a luglio. «Mi risulta – prosegue – che la Corea sia andata a votare ad aprile, che la Francia vada a votare a giugno, noi siamo gli unici che dicono che non si può andare a votare, quando i sei presidenti in scadenza chiedono di andare a votare. Interessante. Il mondo e’ aperto e in Italia non accadono due cose: la scuola aperta e le urne aperte».

Più Europa e Verdi bocciano l’election day del 13 settembre. «L’accorpamento di regionali e referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari nell’election day del 13 settembre e’ un vero e proprio atto di boicottaggio e distruzione della democrazia: ecco perchè Piu’ Europa e Verdi sono pronti a chiedere un incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella».

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.