Decreto elezioni in aula alla Camera La relatrice Bilotti : «Provvedimento che garantisce principi democratici e tutela salute»

«Con il decreto elezioni, anche a seguito della straordinaria situazione emergenziale che ci siamo trovati ad affrontare, si rinviano in autunno le elezioni regionali, comunali e il referendum per il taglio dei parlamentari. Dopo un lungo lavoro in commissione Affari Costituzionali, fatto di confronto con le altre forze politiche, il testo è stato approvato ed è ora approdato in Aula a Montecitorio per la discussione generale”. Lo dichiara Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle e relatrice del provvedimento. «Inoltre – aggiunge – con un emendamento che ha trovato il nostro parere favorevole, il cosiddetto “election-day”, vengono accorpate in un’unica tornata elettorale le elezioni comunali, regionali e il referendum costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari. Proposta che il Movimento 5 Stelle porta avanti da tempo. Anche se diversi governatori sostengono l’ipotesi del voto a luglio, ricordiamo che la priorità resta comunque la tutela della salute delle persone che l’evolversi della situazione dei contagi è ancora in piena fase di monitoraggio. Andare a votare con il grande caldo, e in tempi così ristretti per la partecipazione democratica, non è una possibilità da considerare. D’altro canto il comitato tecnico scientifico, su richiesta del governo, ha suggerito che l’esercizio del diritto di voto si compia nel rispetto del principio di massima precauzione, in considerazione del fatto che l’infezione da Covid 19 potrebbe aumentare con le basse temperature. Per questo si è trovata l’unica finestra possibile, ovvero quella di settembre».


Rispondi