Aperigelato? Un’esperienza possibile, gusti inediti nella nuova linea de “L’Isola del Gelato”

Un nuovo format in un momento in cui occorre ripensare al modo di fare aggregazione

Fare aperi-gelato a Campagna? Un concept possibile, in un momento in cui occorre ripensare al modo di fare aggregazione. Pensare a questo prodotto in chiave innovativa, come un’esperienza di gusto a 360 gradi, e produrne una nuova linea basata sulle eccellenze territoriali e sulla capacità inedita di fondere dolce e salato, rendendo protagonisti i prodotti a chilometro zero è stato l’obiettivo de “L’isola del gelato”, la yogurteria e gelateria artigianale sita a Quadrivio di Campagna e gestita con amore e passione da ben trent’anni dalla signora Rosaria Santoro. Non solo gusti classici come stracciatella, nocciola e pistacchio: il 2020 e la riapertura post Covid hanno rappresentato una svolta nella produzione del maestro gelatiere campagnese, che ha aggiunto una nuova linea di gelati alla sua già ricchissima produzione. Basta fermarsi qualche minuto in questa piccola bottega per gustare prima che un prodotto di assoluta eccellenza, un’esperienza di sapori capaci di fondersi in modo assolutamente inatteso e imprevedibile. Così l’aglianico diventa la base per un gelato ai “tarallucci e vino”, la birra artigianale diviene protagonista di un gusto a sé, così come i pomodori secchi, in binomio con l’olio extravergine, capace di sposarsi anche ai tarallucci ed al profumatissimo origano che cresce spontaneo nelle contrade adiacenti. Perfino il Covid si è fatto gelato grazie all’intuizione della signora Rosaria, che con la sua consueta giovialità ed ironia, congeda i suoi ospiti con la varietà “Fase due”: crema chantilly, crumble e glassa al pistacchio per stemperare con gusto il post-epidemia. Il segreto di tanto successo? Certamente la scelta di prodotti assolutamente artigianali e una dimestichezza nel mantecare frutto di decenni di esperienza. Per la prossima stagione, non resta che attendere i riscontri del nuovo concept, certi che Campagna diverrà un isola felice del gelato. “Ho lavorato per anni ad Eboli, da vent’anni vivo stabilmente a Campagna e da sette anni questa città mi ha accolto dal punto di vista commerciale ed umano – commenta la signora Rosaria – Sia i cittadini che le istituzioni hanno scelto di darmi grandi gratificazioni in tutte le mie iniziative creative ed innovative: sono certa che anche questa volta sapranno apprezzare i nostri prodotti”.

Rispondi