De Luca: “Io sono stracandidato, no candidato”

di Andrea Pellegrino

«Io sono stracandidato, no candidato». De Luca apre la campagna elettorale e inizia a comporre le sue liste. Il mandato è affidato a Fulvio Bonavitacola, attuale vicegovernatore, che alle prossime elezioni non sarà candidato in prima persona ma si occuperà dell’organizzazione. Ieri pomeriggio il primo summit con i referenti delle varie liste, proprio alla presenza di Bonavitacola alla stazione marittima. Sulla carta se ne contano tredici. Oltre alle civiche deluchiane e naturalmente al Partito democratico, c’è la civica “Noi Campani” di Clemente Mastella che recupererà tra gli ex Udeur, tra cui l’ex senatore Luigi Nocera, con l’aggiunta, inoltre, dell’ex sindaco di Pontecagnano Ernesto Sica che nei prossimi giorni potrebbe lasciare definitivamente la Lega. Anche i renziani sono pronti a scendere in campo sotto il simbolo di Italia Viva. C’è naturalmente da trovare i candidati. Nel salernitano saranno in partita i due coordinatori Pellegrino e Saggese ma, con molta probabilità, ci potrà essere Paolo Russomando, renziano della prima ora, già sindaco di Giffoni Valle Piana. Raimondo Pasquino, ex rettore Unisa, studia la lista “Più Europa e Centro democratico”. Nel collegio salernitano punta di diamante potrebbe essere l’imprenditore picentino Giuseppe Bisogno. In dubbio la ricandidatura di Enzo Maraio che da segretario nazionale del Psi, potrebbe giocare un altro ruolo nella composizione della lista socialista. In piena campagna elettorale, sotto il garofano, c’è Antonello Di Cerbo mentre scalda i motori il consigliere provinciale Guzzo. I demitiani potrebbero essere autonomi o al massimo in accordo con ex democristiani riconvertiti al deluchismo. Oltre gli uscenti il Partito democratico salernitano potrebbe ospitare nella sua lista il superassessore comunale Nino Savastano, unico – almeno fino ad oggi – esponente della giunta Napoli che tenterà il salto di qualità. Ancora Verdi in campo con Borrelli ma con l’incognita Ragosta, l’ex deputato che mostra ancora perplessità sulla ricandidatura di Vincenzo De Luca. Infine il gruppo “Azione” di Carlo Calenda che a Salerno ha conquistato tre consiglieri comunali (Gallo, D’Alessio e Naddeo) e che sarà in città, insieme a Matteo Richetti, venerdì pomeriggio, alle 16,00 all’Hotel Mediterranea. 

TRATTATIVE NEL CENTRODESTRA 
Domani arriva Matteo Salvini in Campania. Toccherà Napoli, Nola e Avellino e sarà l’occasione per fare il punto della situazione con i “suoi” in attesa, poi, del vertice nazionale che definirà le candidature a governatore nelle varie regioni chiamate al voto. A livello regionale il tavolo del centrodestra sonda i possibili candidati. In campo ci sono Stefano Caldoro (già indicato dal Cavaliere), Severino Nappi (che domani ufficializzerà il suo passaggio con la Lega), Aurelio Tommasetti, già rettore dell’Unisa e il deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli. Resta, al momento, fuori rosa, Antonio Martusciello che potrebbe essere il nome che Forza Italia potrebbe calare nel caso di mancato accordo e per superare gli ostacoli. Entro fine settimana il nome del candidato governatore del centrodestra potrebbe essere ufficializzato.

da Cronache del 4 giugno

Rispondi