Vestuti fruibile per atleti e società. L’ Arechi riapre i battenti in vista del rush finale di stagione

di Matteo Maiorano – Ripresa sì, ma con prudenza. Questo il monito che arriva da Palazzo di Città in merito alla riapertura degli impianti sportivi. Le strutture che costellano il territorio sono nuovamente fruibili, seppur con naturali limitazioni nel numero di ingressi e nel rispetto dei protocolli sul distanziamento sociale. I campi comunali di tennis sono stati i primi a rivedere la luce dopo mesi di inattività. Lo sport, complice anche la naturale distanza tra gli atleti, è già ripartito: spogliatoi sanificati ed attività all’aperto permetteranno in breve termine di tornare a coprire le giornate di dilettanti ad amanti della disciplina. Per quanto concerne le attività natatorie, la Vitale riaprirà i battenti solo a settembre, in vista del campionato che vedrà scendere in vasca gli atleti della Rari Nantes. La Nicodemi sarà invece aperta al pubblico dal prossimo 8 giugno, fruibile per attività di nuoto per adulti, acquafitness e balneazione estiva. Il Pala Tulimieri è accessibile alle società Alma Salerno e Roller, le quali però non hanno ancora fatto ritorno nell’impianto per via di campionati andati anzitempo agli archivi. Riaperto anche il Vestuti: la struttura, complice il protocollo Fidal, è a disposizione degli atleti e società che ne fanno uso. Arrivato il via libera da parte del Governo, anche l’Arechi si appresta ad accogliere la Salernitana in vista del finale di stagione: la struttura sarà accessibile ad un numero non superiore alle 300 unità, divise in tre settori nevralgici dell’impianto: zona 1 (interno stadio – zona tecnico/sportiva, ovvero tutto il recinto di gioco, tunnel spogliatoi e un’area media flash da istituire all’aperto con apposito gazebo), zona 2 (tribune – area media/tribuna stampa, comprese sale di controllo) e zona 3 (esterno stadio – tv compound/parcheggi, compresa area di arrivo dei pullman delle squadre) saranno le aree popolate in occasione delle sei gare (più eventuali play-off) da disputare in via Allende. La parola può tornare finalmente al campo.

Rispondi