Drive Live, il nuovo format per assistere ai concerti parte da Pontecagnano Faiano

DOPO L’OK DELLA REGIONE EVENTI IN PIAZZA

Ad Agropoli torna il drive in; a Battipaglia work in progress con l’associazione CivicaMente

di Erika Noschese

Da Pontecagnano Faiano il primo Drive Live d’Italia. L’iniziativa è stata lanciata dal salernitano Piervito De Rosa, in arte Grisù. Il Drive Live altro non è che la possibilità di assistere ai concerti in totale sicurezza, in stile drive-in. Il primo appuntamento si terrà il prossimo 19 giugno, nello spiazzale antistante l’ex Tabacchificio Centola, a Pontecagnano Faiano. Due ore di buona musica, da ascoltare rigorosamente in auto, con artisti locali e guest star, nel rispetto delle norme anti contagio. I biglietti potranno essere acquistati direttamente dal sito http://www.liveticket.it. Parte del ricavato, al netto delle spese sostenute, sarà donato al Comune di Pontecagnano Faiano per l’acquisto di beni di prima necessità da donare alle famiglie meno fortunate, in questo periodo di crisi dovuto all’emergenza Coronavirus. Per tutte le altre informazioni basta visitare le pagine Facebook de La Pecora Nera e quella del Drive Live Concerti Italia. A partecipare al Drive Live saranno il Maestro pianista Marco Rizzo e la Soprano Annalisa D’Agosto; Pierangelo Mugavero; gli Aliante; Max Dale e Antonio Amatruda; Patto Mc & Fabio Musta; Piervito Grisu’ & Dj Coby feat Antonio Santoro (Picarielli). «Pontecagnano Faiano apre allo spettacolo ed all’arte con un concerto, il primo in Italia dopo il Coronavirus, che sarà gioia e rinascita ed aggregazione», ha dichiarato il sindaco di Pontecagnano Faiano, Giuseppe Lanzara, primo sindaco a sostenere il Drive Live. «L’evento, inoltre, costituirà uno strumento per reperire fondi da destinare alla fase del rilancio del Comune di Pontecagnano – ha poi aggiunto il primo cittadino – Grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo momento che ci riporterà, anche solo parzialmente, nella dimensione dell’incontro e della vicinanza».

L’ARENA DEL MARE.

A Salerno, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Napoli metterà gratuitamente a disposizione di tutti gli operatori culturali (cinema, musica, lirica, danza, teatro, laboratori, multimedialità) l’Arena del Mare dal 1 luglio al 30 settembre 2020 mentre dal 1 al 20 agosto è previsto il cinema all’aperto. Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, insieme a tutta la giunta comunale, infatti, ha deciso di aprire e offrire – coerentemente con le linea guida del programma Campania Sicura messo in campo dal presidente Vincenzo De Luca – gli spazi dell’Arena per dare un segno concreto e tangibile di vicinanza e sostegno a tutti gli operatori culturali, sfiancati da questo drammatico periodo di crisi dovuta dal Covid19. L’Arena si trasformerà, così, in un luogo di condivisione, cultura, ma anche speranza e voglia di rinascere. I salernitani, le famiglie, e i turisti che sceglieranno Salerno come meta per le proprie vacanze, potranno così ritrovarsi dopo un lungo e difficile periodo di isolamento. «Ho deciso di far partire il Drive Live da Pontecagnano perché è il comune in cui vivo e mi entusiasmava l’idea di “giocare in casa” – ha dichiarato Grisù – Nasce dal concept di local, per me la presenza di artisti locali è fondamentale per ripartire». Il Drive Live, di fatti, è un progetto su cui Piervito De Rosa ha lavorato in piena emergenza Coronavirus: «Sentivo la necessità di fare qualcosa per il mio settore perché noi artisti siamo stati fortemente penalizzati da questa pandemia – spiega ancora l’artista salernitano – L’idea mi è nata grazie ad una rivista tedesca che, di fatto, parlava di come poter celebrare messa all’aperto nonostante l’emergenza Coronavirus». E dalle messe ai concerti è stato un attimo. L’idea del Drive Live sembra aver colpito ormai un po’ tutti: tanti sono infatti i promoter che hanno contattato Grisù per esportare questo nuovo format. «Si riparte alla grande», promette Grisù che è già al lavoro per la realizzazione di un nuovo format. «Posso dirvi solo che si chiamerà Eco live, nel massimo rispetto dell’ambiente, a breve potrò svelare maggiori dettagli». E allora non resta che rimanere sincronizzati in attesa del maxi evento del 19 giugno.

AGROPOLI.

Un drive-in in Piazza Mercato, all’uscita Agropoli sud. È l’iniziativa dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola. Il drive-in, infatti, permetterebbe di assistere alle proiezioni cinematografiche evitando di seguire le ristrette linee guida previste all’interno delle sale per l’emergenza covid. Diversa invece è la proposta, sempre dell’amministrazione, di un’arena in piazza Mediterraneo, area attigua al cineteatro “De Filippo”. «L’emergenza Covid-19 impone la necessità di creare nuovi spazi di libera fruizione, in cui sia possibile osservare il rispetto delle distanze e tale condizione ha portato a pensare alle potenziali soluzioni da adottare per garantire la ripresa dei rapporti sociali dopo la fase di blocco che ha imposto la collettività ad un lungo periodo di quarantena», ha dichiarato il sindaco Coppola presentando l’iniziativa. Il Drive In, ad oggi e con le disposizioni della Regione Campania in materia di norme anti Contagio – risulta essere la soluzione ideale «sia per garantire la sicurezza degli spettatori, sia per rimettere in moto le attività dei cinema». Per quanto riguarda il cinema potrebbe sorgere nell’area adiacente il cineteatro Eduardo De Filippo. L’obiettivo è realizzare un’arena polifunzionale all’aria aperta di 500 posti per eventi, spettacoli e concerti.

BATTIPAGLIA.

A Battipaglia è stata invece l’associazione Civica-Mente a proporre all’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Cecilia Francese, a chiedere la realizzazione del Drive-in. L’idea è quella di creare un cinema drive-in che trasmetta film selezionati dal segmento target attraverso sondaggi proposti sui canali social e/o su un sito appositamente creato. Il core-business del progetto ruota intorno all’adesione delle attività locali a questo modello, che si pone l’obiettivo di distribuire equamente la clientela in base al numero di imprese che si assoceranno al progetto e al numero di spettacoli trasmessi. Attraverso questa “associazione” si intende convogliare nuovi flussi di ricavi verso le sofferenti delle imprese di somministrazione a causa del diffondersi della pandemia. Il modello di business si basa quindi sull’unione delle imprese di somministrazione di alimenti e bevande presenti sul territorio battipagliese in questo progetto che prevede la creazione di un drive-in di 100 posti presso l’ampio spazio presente all’interno dello Stadio Comunale S. Anna (o spazio adiacente Stadio Comunale Pastena) nel quale l’utenza del cinema potrà ordinare alimenti e bevande a domicilio presso il drive-in. A seconda della partecipazione di queste ultime, il volume d’affari potrebbe essere suddiviso su turni in base ai giorni oppure al numero di spettacoli giornalieri che verranno trasmessi. Oltre alle prenotazioni telefoniche, si può decidere di creare appositi siti internet o applicazioni per smartphone per ordinare cibi e bevande d’asporto che verranno consegnate dalle aziende attraverso il delivery. Per limitare il contatto tra persone, verranno assunte degli addetti che ritireranno il prodotto all’ingresso del cinema e lo consegneranno al posto auto predefinito, in maniera da rispettare le distanze di sicurezza imposte dalle norme igienico sanitarie di questo periodo. «Il progetto è assolutamente fattibile, in quanto è stato già ipotizzato nel piano economico che un eventuale 20% di biglietti invenduti giornalieri non ne compromettono la continuità, anzi vi sarà comunque un utile. Il business-plan è stato ideato sia mensilmente che trimestralmente, ma non è da scartare l’idea (anzi) di prorogare il progetto drive-in anche ai prossimi mesi», ha infatti spiegato il presidente di CivicaMente, Ugo Tedesco. «Per l’effettiva attuazione di un’idea di tale portata è fondamentale l’impegno e la volontà della politica: infatti è il comune – che non ha scopi di lucro – che dovrà impegnarsi nel dividere equamente i ricavi tra i partecipanti dell’iniziativa. Proprio per questo motivo l’Associazione ha protocollato e posto all’attenzione dell’Ente il progetto che, speriamo, venga preso caldamente in considerazione», ha poi aggiunto. Al momento, tutto è nelle mani dell’amministrazione comunale che avrà il compito di valutare la proposta e attuarla. «Abbiamo scelto di donare questo progetto al Comune per dare la possibilità a chi si occupa del settore relativo alla somministrazione di bibite e di alimenti di poter rimettere in piedi l’economia, ormai in ginocchio a causa dell’emergenza Coronavirus», ha spiegato ancora Tedesco, promotore dell’iniziativa del Drive In a Battipaglia.

Rispondi