E’ CAMPAGNA ELETTORALE ANCHE IN VENTI COMUNI DEL SALERNITANO

Pagani ritorna al voto dopo appena un anno.Ferraioli, Servalli e Cariello ci riprovano

Questa che si appresta a venire sarà sicuramente una delle estati più roventi degli ultimi anni. E non parliamo di clima e neanche della pandemia. A infuocare l’estate dei cittadini campani saranno le elezioni peril rinnovo di ben 20 comuni della Provincia di Salerno. Se in un primo momento a tenere banco sono state, e lo sono ancora, le Elezioni regionali, con un Governatore De Luca che gioca ad asso piglia tutto, ed un centrodestra ancora indeciso sul nome da proporre per cercare, almeno, di arrestare ondata favorevole che il Coronavirus ha lasciato alle sue spalle. Le elezioni che sarebbero dovute svolgersi in una data compresa tra il 15 aprile ed il 15 giugno 2020 adesso si terranno presumibilmente nella medesima data delle regionali e del referendum. Questi i comuni salernitani che dovranno rinnovare l’assise cittadina: Cava de’ Tirreni, Sicignano degli Alburni, Pagani,Pertosa, Sassano, Eboli, Positano, Angri, Ispani, Laurino, Lustra, Sant’Angelo a Fasanella, San Giovanni a Piro, Postiglione, San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio, Amalfi, Celle di Bulgheria,Maiori. La legge elettorale prevede, nei comuni sopra i 15.000 abitanti, che se nessuno dei candidati dovesse riuscire a ottenere il 50% dei voti (40% in Sicilia) allora si debba tenere un ballottaggio tra i due più votati dopo due settimane. Nei comuni sotto i 15.000 abitanti, le elezioni amministrative invece si svolgono in un unico turno dove a essere eletto è il candidato capace di ottenere anche un solo voto in più rispetto ai suoi avversari. Elezioni queste non prive di polemiche, tanto da fai inveire lo stesso Presidente De Luca e chiedere a gran voce le dimissioni della Ministra Azzolina,ritenuta completamente inadeguata al ruolo che occupa. Pomo della discordia la data delle elezioni, che comporterebbero la chiusura delle scuole ad inizio anno, con la perdita di ulteriori giorni per sanificare gli ambienti e rendere il rientro a scuola dei ragazzi più sicuro. Le decisioni di prendere sono ancora tante ma una cosa è certa: il tempo stringe.

Rispondi