I deluchiani corteggiano Santoro: “Non sono in vendita, continuerò a combatterli”

«Non sono in vendita, continuerò a combattere il sistema De Luca». Dante Santoro, consigliere comunale e provinciale di Salerno respinge ogni tipo di avance, in vista delle elezioni regionali. «La normalità inizia a tornare ed anche il gossip elettorale rientra nel dibattito», esordisce Santoro. «Il mondo è cambiato dopo una pandemia senza precedenti ed i governatori a livello nazionale e regionale hanno avuto un boom di visibilità, compreso il nostro. La paura favorisce chi la governa e ci sa giocare, nel breve periodo, e posso capire anche se qualche cittadino può esserci cascato», prosegue il consigliere comunale e provinciale. «Io conosco la politica della dinastia De Luca – dice ancora – e la combatto. Vedo cosa accade in Comune e in Provincia, dove governano loro. Vedo come si porta al degrado una terra bellissima senza servizi e pianificazione e so come sprecano milioni di euro per favorire interessi di pochi, rubando il futuro a giovani e famiglie della mia terra». «Ora – prosegue – vedo esponenti politici che da destra passano a sinistra. Vedo gente che si butta sul possibile carro del vincitore. Io, invece, continuerò a battermi contro la politica deluchiana». Santoro non nasconde ultimi “inviti” ricevuti: «Mi hanno fatto pervenire anche proposte di candidatura (dimostrandomi ancora una volta che la dignità è un optional per certa politica, forse abituata da oppositori pronti a darsi un prezzo), ma a loro rispondo con un sorriso e dico: no, grazie. A me non spaventano i sondaggi ma soprattutto non ho paura di cambiare, oggi come ieri. Amo la mia terra – prosegue Santoro – e sono sicuro che potrebbe sorridere piuttosto che soffrire se solo ci fosse una politica onesta che lo volesse davvero. Tutto ciò che faccio è con il cuore: combatto battaglie che reputo giuste, per questo continuerò a proporre qualcosa di diverso dalla politica che ha oppresso e affamato i nostri territori, che ci vuole sudditi di una dinastia politica ed in trent’anni di potere ha portato desertificazione economica e sociale».

Un pensiero su “I deluchiani corteggiano Santoro: “Non sono in vendita, continuerò a combatterli”

  1. No….assolutamente….lui ed i suoi “burattini senza fili”si sono creati una lobby a circuito chiuso (complici giornalisti e tv locali come liratv di un certo budetta, losco faccendiere salernitano).
    Viaggia sul filo della legge e non perde occasione per fare la parte dello.sceriffo aggiusta tutto.
    Solo chiacchiere e politica politicante mentre la Campania sprofonda sempre più in basso, tra chiusura di aziende e disoccupazione dilagante.

Rispondi