Caos a Mondragone per l’arrivo di Salvini

L’arrivo di Salvini a Mondragone non è stato dei migliori. Un bagno di folla per il leader della Lega che però è stato anche tanto contestato.
A capitanare gli attivisti contro Salvini il comitato “Mondragone non si Lega”, che si sono appostati a poca distanza dal gazebo dove Salvini ha indetto un incontro con cittadini e stampa.
Ed è proprio nella rotonda, di fronte al gazebo, che si possono leggere
striscioni con la scritta ‘Salvini sciacallo’ e ‘Stevm scars a sciem’ e ora stanno saltellando e contando ‘Odio la Lega’. Sul lungomare di Mondragone,
campeggia lo striscione ‘Salvini vattene. Pensa ai problemi del tuo Nord’.
Non sono mancati momenti di tensione tra i sostenitori della Lega ed il gruppo di attivisti, sedati dalle forze dell’ordine schierate in tenuta antisommossa.


Rispondi