Palmieri si dimette anche dall’Anci: ” Lasciato solo nelle mie battaglie dalla Lega”

Non bastavano le sue dimissioni come sindaco di Roscigno, Pino Palmieri ha proprio intenzione di fare le cose in maniera serie e lascia anche il Comitato Direttivo Anci Campania. Parla di un suo difetto, quello di essere coerente con le proprie scelte, ed è proprio per esserlo fino in fondo che ha deciso di abbandonare la Lega, partito alla quale aveva aderito quattro anni fa in modo convinto e collaborativo allo scopo di essere punto di rottura con il “sistema politico” esistente sul territorio.


“Ho aderito prima delle provinciali a Salerno ed ho contribuito anche alla realizzazione della lista. Credevo che la Lega potesse essere un partito di rottura ma mi devo ricredere, sono stata lasciato completamente solo nei temi e nelle battaglie alla quale non ho mai trovato sostegno” afferma Palmieri. Viabilità, parco, sanità questi sono solo alcuni temi in cui il Sindaco Palmieri non ha trovato appoggio dal partito di appartenenza.
“Su tutti, quello che mi ha particolarmente rammaricato è il totale abbandono del partito su uno dei temi sulla quale battaglio da una vita e cioè il Parco del Cilento. Ho chiesto la presenza dei rappresentati regionali del partito ma niente. Un isolamento che ha portato all’abbandono dei nostri territori. Rimango un uomo di destra ma non farò più parte della Lega”.
Continua, quindi, l’impegno politico di Palmieri per il suo territorio sempre in una compagine di destra perchè come dice “Nasco a destra e morirò a destra. Anche nella formazione delle liste regionali sto vedendo uno spostamento di persona che paventavano la loro militanza a sinistra ed invece adesso si candidano proprio nella Lega. Non posso sedermi al loro stesso tavolo, per fare un ragionamento politico c’è bisogno di persone che condividano gli stessi valori altrimenti stiamo solo cercando di incamerare voti per una futura squadra di governo”.

Rispondi