L’eccellenze della ristorazione si uniscono nella location storica di “Villa Soglia”

Due eccellenze riconosciute sul panorama della ristorazione campana si uniscono per una stagione estiva raffinata, singolare e esperienziale. E lo fanno in una location salernitana, ovvero nella storica Villa Soglia di Castel San Giorgio. ‘Macelleria Bifulco’ e ‘Daniele Gourmet di Giuseppe Maglione’ sono due brand affermati che hanno deciso di radunare le forze per rilanciare la lussuosa residenza di Castel San Giorgio con un format che coniuga sperimentazioni di gusto, contaminazioni culturali e materie prime prelibate in un contesto onirico di rara bellezza. L’inizio di una nuova avventura imprenditoriale, presentata nei giorni scorsi, all’insegna del gusto nel difficile contesto segnato dal Covid19. “Crediamo fortemente che l’unione delle forze in questo momento particolare possa arricchirci reciprocamente e rilanciare l’economia – esordisce Nobile Soglia, titolare di Villa Soglia – Per questo in una fase alquanto delicata soprattutto per il mondo del wedding e degli eventi ho deciso di reinventarmi e investire in un progetto che coinvolge partners con un riconosciuto livello di eccellenza come Daniele Gourmet – Giuseppe Maglione (due spicchi Gambero Rosso) e Bifulco Carni. Con loro, da domenica 21 giugno, abbiamo riaperto le porte di Villa Soglia per offrire a tutti un’esperienza senza paragoni”. Tre i menu degustazione previsti e curati da Bifulco Macelleria e Daniele Gourmet, che già ad una prima lettura risultano assolutamente non scontati. Bando agli inflazionatissimi piatti da braceria, e spazio a proposte di qualità come la Manzetta dei Laghi frollata trenta giorni e Black eye Angus, frollato sessanta giorni, entrambi accompagnati da olio al fumo e cristalli di sale Maldon. Con il tramite di gustose montanarine gourmet si passa poi alla proposta di pizze di Giuseppe Maglione, fortemente improntata all’uso di prodotti del territorio e, last but not least, di presidi slow Food come il Carciofo bianco di Pertosa e l’antico pomodoro di Napoli, solo per citarne alcuni tra i più rappresentativi del territorio. Senza dimenticare pizze ormai consolidate nella carta di Daniele Gourmet come la Violetta, che trova nella patata viola il suo ingrediente cardine, o quella con salsiccia di Castelpoto e friarielli napoletani, o ancora la pizza con gamberi ed agrumi. “Insieme a Nobile, Soglia e Macelleria Bifulco abbiamo previsto tre percorsi gastronomici – spiega Giuseppe Maglione – due proposte legate al mondo della pizza e una incentrata sulla carne. A completare l’offerta ci saranno le sapienti mani dei pastry chef di Villa Soglia con delle interessanti sorprese dolciarie. L’obiettivo è far vivere ai nostri ospiti un’esperienza edonistica sopraffina, elegante e molto originale. Non solo avranno la possibilità di cenare a lume di candela tra il lusso bucolico di un esempio architettonico risalente al 1500, ma potranno scegliere tra tre menu degustazione che spaziano da pizze gourmet di mare e di terra e tagli di carne pregiati. Importante sarà anche la proposta enologica in abbinamento”.

Rispondi