Roberto Accarino chef del nuovo ristorante Mon Bistrot

Quando parliamo di cucina, parliamo di un complesso processo che va dalla coltivazione alla raccolta, alla scelta delle materie prime, alla fase della trasformazione utilizzando sempre tecniche moderne e innovative ma che guardano al passato per unire l’innovazione alla tradizione fino ad arrivare alla consegna del piatto davanti ad un cliente che prima del gusto utilizza gli occhi per assaporarne i colori. Lo sa bene Roberto Accarino che di esperienza nel mondo enogastronomico e culinario ne ha molta. Classe ’89, dopo un percorso formativo presso l’Accademia di Niko Romito, Roberto, ha continuato a formarsi con uno stage di sei mesi presso il Ristorante Reale di Castel di Sangro, esperienza molto importante e che gli ha dato gli strumenti per lavorare in una vera brigata stellata. Infatti il ristorante vanta ben tre stelle Michelin. La sua determinazione e la sua bravura hanno fatto sì che lo stage si trasformasse ben presto in un vero e proprio lavoro. Ma è solo l’inizio della sua brillante carriera. Roma, Parioli questa è la sua destinazione sempre al fianco di Niko Romito inizia la sua avventura romana in quello che oggi è conosciuto come Spazio Bar e Cucina. Anni da ricordare e che andranno ad arricchire il suo bagaglio culturale e formativo. Roberto decide di tornare e comincia a lavorare all’Hotel Santa Caterina insieme allo chef Giuseppe Stanzione. Approda oggi a Pontecagnano Faiano al Mon Bistrot. Cucina a vista, eleganza e raffinatezza il tutto racchiuso in un nuovo concept di ristorazione legato al piacere dello stare insieme. Manca davvero poco. Inizia oggi il countdown…

Rispondi