Scuola, dietrofront: De Luca, “Si apre il 14”. Mascherine: “La metterò anche a mare”

Passo indietro di Vincenzo De Luca sull’apertura delle scuole: «Potrebbero riaprire intorno al 14/15 settembre». L’annuncio è dello stesso governatore della Campania: «Rispetto al nostro iniziale orientamento di riaprire il 24 settembre – ha spiegato – e’ intervenuta una novità, la nomina a commissario per l’emergenza scolastica Arcuri che proporrà una campagna di screening sul piano nazionale per l’inizio di settembre. Dovremo collocarci dentro quel periodo e decideremo di fare l’apertura dell’anno scolastico come le altre regioni tra il 14 e 15 settembre. Ne daremo comunque preventiva comunicazione. Quello che serve – ha precisato – è aprire mettendo in sicurezza le scuole e prepararci a produrre milioni mascherine da dare ai ragazzi. Quello che non vogliamo sono le scuole pollaio».

SULLE MASCHERINE

«La metterò anche a mare», dice De Luca nel corso del consueto appuntamento televisivo e social del venerdì. «Mettetevi queste benedette mascherine, non abbiate il timore di apparire démodé’, io la metterò anche se andrò al mare, tanto per dare l’esempio». «C’è stato un ritorno dell’epidemia – prosegue – abbiamo riaperto i confini e tutte le attività economiche, c’era da aspettarsi una ripresa dei contagi. Credo che dobbiamo cominciare a stringere i controlli e a chiudere le porte rispetto ai Paesi dove il contagio è ancora altissimo con particolare attenzione ai rientri dagli Stati Uniti d’America. Dobbiamo fare attenzione perché’ abbiamo aperto tutto e il livello dei controlli si e’ abbassato in maniera pericolosa».

SULLE REGIONALI

«Noi abbiamo dimostrato di saper realizzare il cambiamento con i fatti, non a parole. “Oggi – ha detto – siamo nelle condizioni di lanciare un obiettivo estremamente ambizioso: far decollare un miracolo economico in Campania. Con un boom economico faremo della Campania un pezzo d’Europa che corre, non ha bisogno di assistenza, è in grado di creare ricchezza e lavoro in un contesto di sicurezza e di qualità ambientale straordinario».

Rispondi