Bottone: “Mi candido con il Psi”

“Mi candido al consiglio regionale della Campania perché ritengo di avere il dovere morale di portare la mia esperienza e le mie competenze nei banchi di una istituzione fondamentale per lo sviluppo del territorio. La Regione è un ente indispensabile per la vita delle amministrazioni locali, è l’istituzione che dispone interventi, finanziari e strutturali per il miglioramento socio-economico delle città” – spiega in una nota l’ex sindaco di Pagani, esprimendo con grande lucidità le motivazioni della sua candidatura – “Dal mio canto, sono un amministratore, fiero ed orgoglioso del lavoro svolto in ambito politico, impegnato da anni nella risoluzione delle difficoltà dell’agro nocerino-sarnese e della provincia di Salerno; sono perfettamente a conoscenza delle esigenze della mia terra e sono pronto a mettere in campo tutte le azioni necessarie al risanamento e al miglioramento della stessa. Ho deciso di riporre la mia fiducia nel programma di mandato del Partito Socialista Italiano e nella corsa alla riconferma del governatore Vincenzo De Luca”. Chiare anche le aree di intervento che, secondo Bottone, sono necessarie da affrontare quanto prima per lo sviluppo socio-economico della regione Campania. “Lo sviluppo della Campania deve continuare, sulla scia degli interventi già messi in opera, e costituirsi sulle politiche in ambito di lavoro e occupazione, riducendo al minimo la disoccupazione ed il lavoro in nero; bisogna portare attenzione attiva alle problematiche di viabilità che caratterizzano gravemente le arterie che coinvolgono l’agro nocerino-sarnese, così come le vie di accesso alle fasce costiere, indispensabili per lo sviluppo culturale e turistico della nostra terra; bisogna coinvolgere la regione Campania nei progetti di sviluppo all’avanguardia nell’ambito della mobilità regionale ed inter-regionale; è necessaria una maggiore presenza delle forze dell’ordine sui territori, per garantire massima sicurezza per tutti i cittadini; è indispensabile attivare interventi mirati e radicali per la lotta agli sprechi in ambito ecologico e al totale controllo sugli scarichi abusivi dei nostri beni ambientali; va rilanciato l’impegno per la salvaguardia delle economie agricole e, conseguentemente, della salute dei cittadini; attenzione massima agli interventi per la riqualificazione e la nascita di nuovi istituti scolastici, già martoriati dalla pandemia di coronavirus e bisogna portare avanti l’eccellente lavoro attuato in ambito sanitario per la salvaguardia della salute pubblica”. “E’ un lavoro notevole – conclude in maniera salda e rigorosa, Salvatore Bottone – tante sono le azioni da portare all’attenzione di chi decide ma ho una visione chiara di tutto ciò che potrei realizzare in favore del territorio salernitano in virtù di un futuro prospero e produttivo. L’interesse al bene della collettività è un dovere oltre che un obiettivo da perseguire quando si è chiamati, come lo sono stato io, a ricoprire ruoli di pubblica rappresentanza. Sono certo che in molti, con convinzione e fiducia, mi sosterranno”. 

Rispondi