Inchiesta coop: dal Comune stop alle proroghe

di Andrea Pellegrino

Revocata la possibilità di proroga dei servizi alle cooperative sociali dal Comune di Salerno. Si tratta delle coop finite nell’inchiesta della Procura di Salerno che nelle settimane scorsa ha portato alla notifica di avvisi di garanzia ma anche di perquisizioni e di acquisizioni di atti a Palazzo di Città. Il dirigente Caselli – del settore ambiente – ha quindi annullato in autotutela parte della precedente determina che stabiliva che “ qualora entro il 30.06.2020 non siano completate le procedure di gara per l’individuazione dei nuovi contraenti il servizio si intenderà prorogato automaticamente senza necessità di ulteriore atto amministrativo e cesserà all’atto dell’avvenuto espletamento della gara di appalto”. Nessuna proroga, insomma. per le cooperative impegnate nei servizi di manutenzione ordinaria e conservativa del patrimonio cittadino di Salerno.
Determina, ora annullata in parte, che era stata acquisita dalla Procura di Salerno, insieme al bando, durante la perquisizione avvenuta lo scorso 24 giugno che ha portato, anche, alla conseguente notifica degli avvisi di garanzia e l’avvio, dunque, delle indagini per turbativa d’asta. Tra l’altro già in precedenza si era espressa anche l’autorità anticorruzione, invitando i dirigenti comunali, “a porre in essere procedure di gara aperte a tutti gli operatori economici con inserimento negli atti di gara di criteri di selezione premianti per l’impiego di lavoratori svantaggiati in misura non inferiore al 30%”.

Rispondi