Calenda a Salerno per presentare il suo libro “I Mostri”. Su De Luca: ” Non approvo la sua idea di politica basata sulla fedeltà personale”

“I mulini a vento della guerra tra “fascisti” e “sinistri”. L’identità morale rispetto a quella politica. La realtà che scompare. I media come narciso, incapaci di passioni se non per sé stessi. Lo Stato che non è roba nostra, mentre come Crono divoriamo il futuro dei nostri figli. È il momento di conoscere i nostri mostri, affrontarli e sconfiggerli”.

Il leader di “Azione”, Carlo Calenda, ha presentato oggi al Parco del Mercatello di Salerno il suo ultimo libro dal titolo “I Mostri”.
Inevitabili le domande sulla questione Regionali alla quale Calenda ha risposto senza tirarsi indietro.
” Noi non parteciperemo a queste elezioni e diamo libertà di scelta a tutti. Il nostro progetto è nazionale, abbiamo qui a Salerno 3 bravi consiglieri ma dobbiamo ancora crescere a livello nazionale. Non sosterremo De Luca.
Ci teniamo molto che i componenti del nostro movimento siano consiglieri e sindaci che sanno come amministrare ma devono essere delle persone perbene e di qualità” e facendo un riferimento al titolo del proprio libri afferma “I mostri sono ovunque e possiamo trovarli in qualsiasi circostanza. E’ un rapporto malato che gli italiano hanno con la politica. Quando si parla di politica non si bada più all’esperienza o alla bravura ma solo di che squadra sei, il capo che segui. Poi però ci si lamenta senza pensare che siamo stati noi a dare il Paese in mano a chi non ha mai amministrato. I mostri si sconfiggono con la consapevolezza”.
Alla domanda su cosa pensa di De Luca, Calenda ha le idee molto chiare: ” Penso che abbia amministrato bene Salerno da Sindaco, non mi rispecchio nella sua idea di politica basata molto sulla fedeltà personale e non sul merito”.

Rispondi