Un Conte tra Danke e Tanko

di Alessandro Rizzo

Lo sapete che il negoziato per le risorse comunitarie è durato quattro giorni e tre notti e che per soli 25 minuti non ha battuto un record che resiste dal 2000? I capi di governo dell’Unione Europea riuniti nel Consiglio a Bruxelles hanno trovato l’accordo sia sul Fondo per la ripresa sia sul nuovo bilancio pluriennale dell’Unione che entrerà in vigore dal 2021. Dopo 80 ore l’Unione Europea ha deciso per la prima volta nella storia di emettere debito comune per finanziare un trasferimento di risorse dai paesi più ricchi a quelli più in difficoltà. Insomma, li abbiamo presi per stanchezza i frugal five. Pare che qualche nostro sottosegretario abbia usato la capacità persuasiva dell’alito alla cipolla di Tropea per sfiancare i nordici. Ma come dare torto ai finnici che in fondo non ce l’hanno con l’Italia? Loro sono così, laboriosi, parsimoniosi e poco inclini al concetto di aiuto a meno che non ti trovi in mare su una barca alla deriva. Danke comunque alla Germania che per convincere i frugal five ha proposto uno sconto in loro favore sulle contribuzioni calcolate sul bilancio pluriennale. Si è ammorbidito così anche quell’arcigno di Mark Rutte, amico di Salvini ma un po’ più capace di guardarsi “i fatti propri”. Ma come dare torto al capo informale dei frugali, che mentre lui calcolava le entrate europee maggiori dell’anno scorso, quando per inciso c’era ancora l’Inghilterra, qui da noi tre secessionist veneti venivano condannati in primo grado a diversi anni per aver tentato di conquistare l’autonomia della Regione a bordo di Tanko, una specie di mietitrebbia camuffata da carrarmato? Comunque, alla fine arriveranno ben 750 miliardi di euro di cui più della metà da non restituire. E questo per aiutarci a ripartire dopo il Covid. Resta da sperare, con quello che sta accadendo a Salerno e non solo, che bastino anche nel caso si ridiffonda il virus. Chissà che i frugal five non abbiano qualche suggerimento utile a non farci chiudere nuovamente in casa a ottobre.

Rispondi