Covid indagato Cascone, Dante Santoro: “Lui volontario? Un’offesa all’intelligenza”

«Apprendo che il consigliere regionale Luca Cascone si è definito un volontario durante l’emergenza Covid. Io suggerirei al consigliere salernitano di utilizzare meglio le parole per non offendere chi realmente ha svolto e svolge in maniera volontaria il proprio servizio, soprattutto in un periodo particolare come quello dell’emergenza Covid». Così il consigliere provinciale e comunale di Salerno, Dante Santoro, in merito all’inchiesta della Procura di Napoli sui Covid Center che vede tra gli indagati proprio il presidente della commissione trasporti della Regione Campania, Luca Cascone, tra l’altro tra i più stretti collaboratori del presidente Vincenzo De Luca. «Auspico – prosegue Santoro – che la magistratura faccia luce sulla vicenda, sugli appalti e su tutto ciò che è accaduto durante l’emergenza Covid. È giusto che, in un momento così particolare per il Paese e per la Regione Campania, i cittadini siano al corrente di quanto si è fatto, di come è stato fatto e se ci sono eventuali responsabilità che coinvolgono manager ma anche politici e nostri rappresentati. Spero che quanto prima si possa arrivare alla verità su fatti che, stando a quanto si apprende, sarebbero gravi».

Rispondi