“I quiz per il posto”

di Vincenzo Benvenuto

Tra i miei vecchi libri, ho scovato un intruso. Di quelli che una volta nella vita ti vien voglia di dire: “Massì, ci provo pure io”. E giù a occupare i ritagli di tempo con i quiz per il concorso. D’altronde, meglio puntellare il futuro con le zeppe del posto fisso, non vi pare? A distanza di tempo, qualche pagina “ammappusciata” ha appagato i miei sensi di colpa: “Almeno c’è la prova che c’ho provato!”. Ma la mia autoassoluzione è durata il tempo di un amen: “Perché non ho continuato a esercitarmi?” La curiosità per quello che avrebbe potuto essere e non è stato, però, mi ha spinto all’indagine. Apro una pagina a caso: “Emma è nata prima di Filomena, la quale è nata prima di Gilda. Anche Italica (!) è nata prima di Gilda. Pertanto…” e giù una serie di opzioni di cui solo una è incontrovertibilmente vera. Bene. Richiudo il libro per il concorso. Capisco il perché non abbia continuato a esercitarmi con i quiz. Sia chiaro, qua non si tratta di giudicare la bontà degli esercizi per i quali fior di esperti avranno dato il meglio di sé. D’altra parte, anche la classicissima “Ti piacciono i fiori?” del militare aveva una sua logica benché sconosciuta ai più. Obietto una sola cosa: possibile mai che in un’Italia in cui ci si lamenta, un giorno sì e l’altro pure, dell’acquisita incapacità di scrivere (anche) dei funzionari pubblici, non si poteva scegliere uno strumento di selezione migliore? Io, per esempio, avrei optato per delle domande “aperte” a cui il candidato avrebbe dovuto rispondere ovviamente per iscritto. Nessuno mi toglie dalla testa, infatti, che di un funzionario che ignori chi sia nata dopo tra Emma e Italica si possa fare anche a meno. Ciò da cui, invece, proprio non si può prescindere, è un dipendente pubblico che eviti di scrivere “la domanda che e stata inoltrata urgentevolmente…” Ecco, da un’onta del genere, l’Italia che fu di Dante, dovrebbe scappare a gambe levate come il novantenne con polmonite dal Covid-19. Con buona pace dei quiz, s’intende, e di chi li ha superati con merito

Rispondi