Cinque sfumature di rosa alle Regionali: Stefania De Martino con +Campania

La scelta del cuore: “Continuerò a fare ciò che ho sempre fatto: lottare per le donne e con le donne e soprattutto per la mia terra”

di Brigida Vicinanza

Vulcanica, dalle mille sfumature, sempre pronta a scendere in campo per le donne e con le donne. Ed anche questa volta, l’avvocato di Salerno Stefania De Martino, scende in campo politico tra i colori “europei”, rendendosi protagonista alle prossime elezioni regionali di settembre nella lista “+Campania”, nata dal percorso europeo e nazionale di “+Europa” che sosterrà il governatore uscente Vincenzo De Luca. La tornata elettorale di +Campania vedrà tante donne, come la De Martino, impegnate sul campo: ci saranno infatti cinque capoliste tutte donne. E da Salerno, proprio l’avvocato dalle mille risorse, fa partire la sua campagna elettorale “rosa”. Ma non solo..

Dall’Europa alla Regione Campania. Le elezioni di settembre vedranno protagonista anche la vostra lista “+Europa” a sostegno del governatore uscente Vincenzo De Luca. Cosa c’è alla base della scelta di affiancamento proprio a De Luca? Quali sono i temi principali che porterete a Palazzo Santa Lucia?

“La scelta di una lista europeista alle regionali in Campania non è scontata ma è sempre più necessaria: rendere “più europea” la nostra regione significa lavorare per innalzare gli standard di qualità della vita, di lavoro, di salute e rispetto dell’ambiente. Nei prossimi anni la Campania beneficerà di importanti risorse del Recovery Fund, il nostro impegno – sottolineato al presidente De Luca – è fare da sentinelle del buon uso delle risorse europee. Ogni euro dovrà essere investito, nessun euro andrà sprecato”.

Sarà candidata proprio con +Europa (+Campania) a sostegno di De Luca. Quali sono le tematiche che vorrà sottolineare e portare avanti per la Campania?

“Lavoro, diritti, equità tra i generi e le generazioni. Sono grandi obiettivi che hanno però declinazioni pragmatiche e di dettaglio, sulle materie su cui la Regione ha competenza: dalla sanità all’ambiente, passando per le politiche attive del lavoro, il turismo e la formazione”.

Una quota rosa, per le quote rosa. L’avvocato Stefania De Martino continuerà ad essere al fianco delle donne, come sempre e come l’attività portata avanti in tutti questi anni. Qual è secondo lei – l’importanza che deve assumere la politica al fianco del genere femminile? Quanto sarà importante per le donne essere rappresentate da tante altre donne?

“Non sono solo una quota rosa, sono una cittadina che ha scelto di vivere questa esperienza elettorale. Sono stata per anni presidente di una associazione, Emily, che promuoveva la presenza delle donne in politica, tra di noi ci dicevamo che oltre ai noti problemi di conciliazione le donne non si espongono in politica perché spesso hanno bisogno di potere economico. Io credo di aver fatto sempre politica ma fuori dalle istituzioni, continuerò a fare quello che ho fatto fino adesso, ad aiutare le donne, a fare in modo che ogni diritto venga loro riconosciuto, ad aiutare i giovani ad europeizzarsi, sono vicepresidente di una cooperativa, Eudemonia, che promuove l’esperienza lavorativa di giovani neodiplomati nelle maggiori capitali europee, continuerò ad occuparmi di soggetti vulnerabili, di solito mi occupo con il mio lavoro e il mio mondo associativo di minori, ma credo che sia il momento di occuparsi di anziani, un periodo della vita che dovrà diventare una risorsa per la nostra società e mai un peso. Questa esperienza professionale di taglio tipicamente di genere può essere una risorsa per tutti e non solo per le donne”.

Da Salerno a Napoli, passando per la Campania. Cosa cambierebbe in questa città e maggiormente nella nostra terra?

“Della mia città io non cambierei nulla, la amo e lo dico senza retorica, io la migliorerei e come tutte le cose belle la trasformerei in ogni periodo dell’anno, dalla città delle luci alla città del mare, dalla città del cinema a quella della letteratura, dalla città della poesia a quella di una architettura moderna, dalla città di culto a quella laica dei diritti civili, perché è dalle trasformazione continue che nascono opportunità per tutti quelli che la vivono”.

Tanti i temi caldi: ambiente, economia turistica e l’emergenza Coronavirus. Com’è stata affrontata – secondo lei – quest’ultima da governo centrale e governo regionale?

“Una delle ragioni che hanno convinto +Europa a promuovere la lista “Più Campania in Europa” è proprio l’impegno e la capacità che il presidente De Luca ha mostrato nella fase di emergenza. La tempestività delle sue risposte alla crisi sanitaria ed economica so sono scontrate con le lentezze e le ambiguità mostrate purtroppo dal governo nazionale. Oggi la Campania è in buone mani e pensiamo che sia un bene che così resti”.

Infine, chi scenderà al suo fianco per questa tornata elettorale? Quali figure comprende la vostra lista?

“La scelte di candidare 5 donne capolista nelle 5 circoscrizioni provinciali non è solo simbolica, ma programmatica. Abbiamo chiesto come lista al presidente De Luca di assicurare alle donne candidate una parità di condizioni effettiva, perché è fondamentale che il prossimo consiglio regionale abbia una composizione plurale. Abbiamo come candidati un consigliere comunale di Napoli come Fulvio Frezza, un medico di Loreto Mare come Francesco Somma, un avvocato penalista di grande qualità come Carolina Persico. A Salerno, oltre alla sottoscritta, abbiamo insegnanti, professionisti, piccoli imprenditori, attivisti: semplici cittadini che s’impegnano mettendo al servizio della regione la propria esperienza e competenza”.

Rispondi