Le “Terrazze al sole” di Massimo Bignardi a Minori

Il viaggio in Italia nel XX secolo, ossia i viaggi ed i soggiorni di artisti stranieri nel Bel Paese nel tempo della modernità, è il tema centrale di “Terrazze al sole” di Massimo Bignardi, che il critico d’arte salernitano presenta Mercoledì 19 Agosto a Minori, in piazzetta Maggiore Garofalo ore 21.30, nell’ambito degli incontri con autori di recenti lavori letterari, promossi dal Comune e condotti dallo scrittore Alfonso Bottone. Il libro, edito da Liguori, è un’ulteriore traiettoria di un viaggio personale tra ‘viaggi’ che hanno «alimentato e sostenuto una metamorfosi – scrive Bignardi – che ha interessato i nascosti territori della mia immaginazione. Ho compreso, per dirla con le parole di Steinbeck che le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone e quindi che nel mio accompagnarmi nei viaggi altrui, si celava il desiderio di spingermi in territori non ancora esplorati dell’anima». È stato così che gli studi sui viaggiatori, sui loro soggiorni nell’Italia ‘moderna’, hanno assunto la cifra di una geografia personale che l’autore ha trasformato in itinerari, tappe, a volte scelte, che hanno segnato profondamente un lungo ed intenso periodo di studio. L’attenzione si è spinta oltre i racconti italiani di fine XIX secolo di James Henry, piegando l’interesse verso realtà introspettive, verso l’idea di un viaggio avvertito quale esperienza del riconoscersi, accogliendo le suggestioni di quello italiano narrato da André Gide ne “L’immoraliste” apparso all’alba del nuovo secolo. Una scelta che ha trasformato la ricerca storico critica in una riflessione sulle personali vicende umane e sociali riconoscendo in queste esperienze il portato di nuovi sentimenti. Quella di “Terrazze al sole” è una lettura che, per quanto non esaustiva delle tantissime presenze di artisti stranieri, si spinge, verso la chiusura del secolo, a considerare figure attratte dai riflessi di una terra, in particolare del Sud, che ‘trasforma’ i luoghi in sogno. 

La presentazione del libro di Bignardi sarà preceduta dalla consegna di un riconoscimento del Comune di Minori all’artista Ferdinando Ambrosini, autore di un grande tondo in ceramica “Il corso del volo”, donato al centro costiero e collocato lungo il corso principale dello stesso. Il pittore e scultore, nato a Bacoli, ha esposto in molte sedi prestigiose in Italia e all’estero. Con il sindaco di Minori, Andrea Reale, a premiarlo anche l’art advisor Angelo Criscuoli. 

Colonna sonora della serata “Napule è…”, un viaggio attraverso i colori, e le sfumature che ne conseguono, della musica partenopea, da Pino Daniele alla canzone classica napoletana, con la voce di Ylenia Lamagna ed al pianoforte il compositore ed arrangiatore Roberto Ruocco.

Rispondi