Scuola: Nappi (Lega), “Su aule solo slogan e briciole. De Luca pensa a elezioni e accusa i campani”

“La crisi delle aule in Campania dimostra che il governo De Luca non c’è. Ci sono proclami, propaganda, una assurda campagna contro i campani come se la colpa fosse loro e non di chi li ha governati in questi anni”, con queste parole Severino Nappi, Lega Campania, commenta l’assenza di seimila aule sul territorio campano denunciata dell’Associazione nazionale dei presidi.

“I problemi dell’edilizia scolastica campana non nascono con il coronavirus” commenta Nappi “ma sono il risultato della gestione De Luca. Ci sono assessori che invece di fare il proprio lavoro pensano ai voti. Ma quando si ha responsabilità di governo si pensa ai cittadini”.

“A inizio mese” ricorda Nappi “il Miur ha concesso alla Campania 3,6 milioni di euro per l’edilizia scolastica. Briciole. Come si possono sistemare le oltre 1000 scuole e trovare anche 6000 aule?”

“A questo si aggiunge” conclude “il problema sicurezza, il governo continua con lo scarico delle responsabilità: dopo ristoratori, imprenditori, discoteche anche sui presidi con responsabilità penali e costretti a misurare le temperature in entrata di mille alunni? Quando fanno lezione se devono anche preoccuparsi di questo? La sinistra in Campania e non solo, sta portando il sistema scolastico all’estinzione”.

Rispondi