Regionali 2020: Il dietrofront di Adele Triggiano (PSI)

La sua candidatura era certa, tanto da iniziare la campagna elettorale prima della chiusura delle liste. Sede aperte, manifesti già stampati ed alcuni pubblicati, interviste e campagna elettorale ben avviata quella di Adele Triggiano assessore al turismo e alla cultura del Comune di Pontecagnano Faiano che però ha avuto una battuta di arresto annunciato dalla stessa Triggiano sui suoi profili social.
“Per motivi strettamente personali, non riuscirò a dare seguito alla candidatura alle prossime elezioni regionali. Ringrazio il Psi per l’occasione che mi è stata offerta! Faccio un in bocca al lupo a tutti i compagni candidati”. Questo il messaggio che annuncia il suo dietrofront e la sua non candidatura nelle liste del PSI a sostegno di Vincenzo De Luca.
L’abbandono arriva a pochissime ore dalla chiusura delle liste e dall’annuncio della scesa in campo di un big della politica: Ernesto Sica.
Al momento c’è ancora riservo sulle cause che hanno portato l’assessore a questa scelta, fatto sta che la Triggiano non avrebbe avuto neanche il sostegno del Sindaco del comune picentino, Giuseppe Lanzara impegnato a sostenere il candidato del Partito Democratico Michele Buonomo.

Rispondi