M5S, Incendi in Costiera Amalfitana: “Altro fallimento della regione Campania”

“Mentre si pianifica un buco nella montagna completamente inutile di 18milioni di Euro, nulla si pianifica per prevenire gli incendi che annualmente devastano ettari ed ettari di foresta con perdite incalcolabili per la biodiversità, l’economia rurale e il turismo. Evidentemente negli uffici della giunta regionale la tutela della Costiera Amalfitana e delle risorse naturalistiche non è all’ordine del giorno. La prova documentale di questa colpevole incompetenza è la programmazione dei bandi regionali per la prevenzione degli incendi. All’interno del Piano di Sviluppo Rurale della Campania, infatti, sin dal 2015 erano previsti fondi per tutelare i nostri territori. L’unico bando viene pubblicato nel dicembre 2017 per enti pubblici e privati, ma le graduatorie vengono pubblicate solo nel luglio di quest’anno, a quasi tre anni dalla richiesta dei territori”. Lo denunciano in una nota congiunta il Consigliere Regionale Michele Cammarano e i Consiglieri Comunali di Praiano Fiorella Fusco, Arturo Terminiello e Diego Cuccurullo.

“Un ritardo inconcepibile a fronte dei danni prodotti. Sono 236 infatti gli incendi boschivi scoppiati quest’anno in Campania e oltre 653 ettari di superficie forestale in cenere. La devastazione di questi giorni del “Sentiero degli dei”, il tracciato escursionistico conosciuto in tutto il mondo, che percorre i Monti Lattari attraversando così la Costiera Amalfitana e la Costiera Sorrentina, offrendo alcuni degli scorci più esclusivi e suggestivi del pianeta, è il simbolo di una assoluta assenza di programmazione e di efficienza amministrativa di questo ente regionale, che invece di proteggere le nostre ricchezze ci lascia solo terra bruciata”.

Rispondi