‘Scuola e pubblica amministrazione sono le priorità del mio programma’

Nicola Iannuzzi è candidato nella lista dei “Democratici e Progressisti” con Vincenzo De Luca “Attenzione anche alla valorizzazione delle realtà interne. Diamo fiducia al futuro”

Una candidatura ufficializzata pochi giorni quella dell’Ingegnere Nicola Iannuzzi nella lista dei Democratici e Progressisti, libero professionista impegnato in vari settori dell’ingegneria, da quello idrogeologico, impiantistico e docente di lunga esperienza; la sua passione la sicurezza dei lavoratori finalizzata a fronteggiare gli infortuni sul lavoro e la formazione del personale scolastico.

Perché ha scelto di candidarsi nella coalizione dei Democratici e progressisti a sostegno del Governatore De Luca?

“È una lista eterogenea che comprende in sé il mondo della scuola, il mondo produttivo, il mondo delle professioni, lo spettacolo e la sanità, con l’obiettivo di dare risposte concrete alla collettività nell’ottica dell’ascolto e della condivisione. Una sinistra nuova fatta di variegate professionalità unite dalla voglia del fare e di contribuire al miglioramento e alla qualità della vita sotto tutti gli aspetti. Vogliamo potenziare quanto De Luca ha fatto di buono, ciò che è stato fatto in modo parziale, e rispondere alle nuove sfide di una Campania che cresce, si rinnova e si affaccia fortemente sul panorama nazionale ed internazionale e che possa assumere la leadership del sud e del Mediterraneo”.

Quali i punti salienti del suo programma ?

“Uno degli obiettivi prioritari della mia proposta politica nella lista Democratici di sinistra riguarda in particolar modo il mondo della scuola sia sotto l’aspetto strutturale che organizzativo. La scuola sta attraversando un periodo difficilissimo, un periodo che non si era mai verificato : la chiusura per tre mesi e una grande difficoltà, oggi, per la riapertura. Ci sono tante ipotesi nessuna ancora definitiva e tante criticità a partire dalle strutture, dall‘organizzazione dell’orario, dei trasporti e quant’altro. Le scuole campane e salernitane meritano particolare attenzione in merito al risanamento degli edifici e l’adeguamento degli spazi, pensiamo che le difficoltà in questa fase covid , sono legate proprio a questo aspetto, spesso aule piccole e in numero insufficiente. Ricordiamo che la scuola campana è connotata da una grande complessità .. abbiamo 1000 autonomie scolastiche, 1.500.000 alunni, 200.000 tra docenti ed Ata, distribuiti in ben 8000 plessi di cui 1800 a Salerno. Va fatto un lavoro di squadra in sinergia con gli enti locali, con le associazioni territoriali, la protezione civile e tutte le forze politiche e sociali presenti nella nostra Regione. Credo sia fondamentale intervenire nell’ottica della Prevenzione promuovendo misure idonee e interventi strutturali fondamentali per garantire la sicurezza e la vivibilità ai bambini, ai ragazzi, ai giovani e a tutto il personale scolastico” .

Nel suo programma è presente anche la tematica relativa alla Pubblica Amministrazione, perché?

“La Pubblica Amministrazione rappresenta oggi un pachiderma che rallenta e, paralizza la vita delle imprese e del mondo produttivo in generale. Occorre snellire le procedure , favorire la digitalizzazione evitando al contempo l’ emarginazione delle fasce più deboli. Altra questione cogente del mio programma politico al fianco dei Democratici e Progressisti riguarda la valorizzazione delle realtà interne troppo spesso emarginate a causa del forte spopolamento e decentramento. Sono proprio queste realtà, a mio avviso, che possono essere volano per la costruzione di una comunità accogliente, turistica, solidale, con importante ricaduta sulla produttività e sull’occupazione. Diamo Fiducia al Futuro sostenendo la Lista dei Democratici e Progressisti in corsa per De Luca Presidente”.

Rispondi