Barriere architettoniche,“Ci sia un grande piano infrastrutturale”

Manifesto delle persone con disabilità e delle loro famiglie

Ernesto Sica, candidato al Consiglio Regionale della Campania con ‘Italia Viva’: “La Campania diventi esempio virtuoso nell’istituzione di nuove strutture”

“Immaginare la disabilità come mera strumentalizzazione elettorale è l’errore in cui scelgo di non incappare. Nel corso della mia storia istituzionale, soprattutto da Primo Cittadino, ho sempre manifestato enorme sensibilità e risposte concrete alle problematiche che toccano quotidianamente le persone con minorazione e le loro famiglie”. Così Ernesto Sica, candidato al Consiglio regionale della Campania nella lista di Italia Viva per Vincenzo De Luca Presidente, risponde al Manifesto delle persone con disabilità e delle loro famiglie lanciato dalla Fish Campania – Federazione Italiana Superamento dell’Handicap, rivolto ai candidati. “L’auspicio è che un programma politico non veda la disabilità come un handicap o un’eventuale causa di emarginazione – ha aggiunto il candidato e affinché ciò avvenga è necessario che vi sia un ridisegno della mentalità collettiva a partire dalla scuola dell’obbligo. La nostra Regione, in tal senso, potrebbe divenire ancor di più esempio virtuoso nell’istituzione di nuove strutture didattiche specializzate nelle differenti disabilità”. “Tra i punti principali della mia candidatura – ha concluso Ernesto Sica – trova priorità un piano infrastrutturale efficace e innovativo per l’intera provincia, che ponga definitivamente fine all’annosa questione delle barriere architettoniche. Partendo dalle Convenzioni Onu in materia di progettazione universale, immagino la Campania come territorio capace di rispondere a tutte le esigenze di mobilità. Lo stesso trasporto pubblico, difatti, deve essere sempre più a misura delle persone con disabilità”.

Rispondi