Renzi a Salerno scherza su “frullino” e soffia la prima candelina di Italia Viva

Dopo Salvini, la Meloni e Tajani in Campania è la volta di Renzi che alla vigilia del primo compleanno del partito Italia Viva (da lui fondato) ha deciso di essere presente sul territorio salernitano per dare pieno supporto e appoggio ai suoi candidati.
Tutte persone capaci e che hanno messo l’anima in questa campagna elettorale, queste le parole del leader Renzi che continua: “
Siamo una comunità umana che ha scelto di fare politica, che si impegna in politica e che è al governo del paese. Grazie alla quale ci tengo a sottolinearlo Matteo Salvini non è presidente del Consiglio, perché se lo fosse stato non avrebbe dato l’assenso ai 209 miliardi del Recovery Fund.
Credo che tutti voi capiate la rilevanza della sfida che abbiamo davanti. Italia Viva compie un anno, un traguardo importante. Un periodo nel quale siamo stati soggetti ad un fuoco di sbarramento fortissimo. Penso alle vicende di Open, per dieci mesi siamo stati sotto attacco mentre oggi la Cassazione ha stabilito che quelle perquisizioni erano illegittime.
Ci tenevo ad essere qui a Salerno perché in questa realtà non tutti pensavano potessimo reggere, e invece siamo davanti ad una lista straordinaria. Se è vero – toccando ferro – che il risultato delle elezioni sia già scritto in favore di una riconferma del governatore uscente allora la vera sorpresa in Campania sarà Italia Viva”.
Tanti i ringraziamenti, ed in particolare ad Angelina Saggese “anima della coalizione”. E come da brava spalla comica non sono mancati neanche i momenti di ilarità, nella quale Renzi ha chiesto, riprendendo una celebre battuta del Governatore De Luca che rimproverava un ragazzo “frullino” di aver imbrattato i muri della città scrivendo alla sua ragazza ” Frullino, sei il mio battito d’ali” e invogliando la ragazza a lasciarlo, che fine avesse fatto e soprattutto se fosse davvero stato lasciato.


Rispondi