Il Posillipo piega un’ottima Rari Nantes nel derby Ora testa al campionato

Il derby va al Posillipo che supera i cugini giallorossi con il punteggio di 12 a 10

di Matteo Maiorano – Nulla da fare per la Rari Nantes Salerno. La terza gara di Coppa, in programma alla Scandone, è tutta di un super Posillipo, che strappa il pass per il secondo turno. Il punteggio, di 12 a 10, certifica il buon momento di forma degli uomini di Brancaccio, bravi a chiudere la gara nel terzo quarto.

LA PARTITA

Avvio in salita per le calottine giallorosse: una girata di prepotenza di Baraldi, dopo un solo giro di lancette, smuove gli equilibri. Nell’azione che segue è però Cuccovillo a riportare in parità la gara: il mancino barese fulmina all’angolino il giovane pipelet Spinelli.

Il nuovo vantaggio rossoverde è targato Lanfranco, bravo a girare a rete sul cross di Mattiello. La partita vive di fiammata e la Rari è brava a trovare il 2 pari con il suo bomber Michele Luongo, alla sua prima marcatura su azione dopo le due reti dai cinque metri della mattina. Il numero due fulmina il portiere partenopeo sul palo di copertura.

Ad un minuto dal termine la Rari Nantes passa avanti: dai cinque metri è Elez a firmare la rete del momentaneo vantaggio. La prima frazione continua però a regalare sorprese: è Bertoli, nell’azione che segue, a riportare in equilibrio la gara e mandare agli archivi i primi otto minuti.

Nel secondo dei quattro tempi è Parrella, con un siluro dai quindici metri, a riportare avanti Posillipo. Gli ospiti reagiscono con il solito Luongo, bravo a sfruttare una situazione di uno contro uno.

Sale in cattedra Di Martire: il bomber, dai cinque metri, trafigge Santini. Falli da una parte e dall’altra, e così Elez realizza la massima punizione, riportando in parità la gara, prima della pausa lunga.

La gara prende un indirizzo preciso nella terza frazione: a un minuto e trenta dal fischio d’inizio è doppietta Di Martire, che con una diagonale lunga fulmina Santini, dopo un bel giro palla di marca rossoverde. Il numero tre ci prende gusto e qualche minuto dopo fa tripletta, portando Posillipo al doppio vantaggio. I partenopei sono galvanizzati e Lanfranco, al centro dell’area, intercetta uno spiovente delizioso, siglando il parziale di otto a cinque per i rossoverdi.

La reazione salernitana tarda ad arrivare e così Posillipo ha l’occasione di prendere il largo: il bolide di Parrella sembra sigillare una giornata quasi perfetta per gli uomini di Brancaccio, cinici nel momento migliore della partita. Il più cinque porta la firma di Mattiello, prima della reazione della Rari Nantes con la deviazione vincente di Pica sotto misura.

Gli ultimi otto minuti sono gestiti bene dai pallanuotisti di casa, con Di Martire che fa poker, a suggellare una giornata perfetta. Parrella manda addirittura sul più sei la contesa, con una deviazione sotto misura che beffa la difesa salernitana.

La bordata incrociata di Gallozzi riduce le distanze e apre uno spiraglio per Salerno a cinque minuti dalla fine, prima del centro dell’ex Canottieri Esposito, che dai cinque metri fissa il parziale sul 12 a 8.

Altro rigore, altra corsa per le calottine giallorosse: Elez riapre le speranze, ma il cronometro non aiuta gli uomini di Citro che chiudono sotto di due (ancora in rete Elez).

Al secondo turno passa Posillipo, mentre la Rari, impegnata anche in mattinata contro la corazzata Ortigia, potrà concentrare tutte le energie per il campionato di serie A1.

Rispondi