Regione, in giunta pochi cambiamenti. Casillo verso la presidenza del Consiglio

di Andrea Pellegrino

Non cambierà quasi nulla a Palazzo Santa Lucia. O quasi. La giunta del presidente Vincenzo De Luca avrà, ancora una volta, una impronta prettamente tecnica. Fulvio Bonavitacola resterà al suo posto con il solo rischio di perdere la delega all’ambiente a favore di un altro assessorato. I tecnici Cinque, Discepolo e Marchiello hanno buone possibilità di riconferma mentre Fortini e Matera resteranno in Consiglio regionale. Gli eletti, infatti, al momento non avranno nessuna speranza di entrare a far parte del governo cittadino. Regola che dovrebbe valere anche per Mario Casillo, mister preferenze di questa competizione elettorale, che potrebbe spuntare la presidenza del Consiglio regionale della Campania. Un posto, invece, andrà a Noi Campani di Clemente Mastella. Probabilmente sarà un beneventano a cui toccherà la delega all’innovazione. La sanità resterà in mano a Vincenzo De Luca che farà affiancare da qualche consulente. In discesa le quotazione dell’attuale consigliere del presidente, Enrico Coscioni. Resta da sciogliere il nodo De Mita che stando ai risultati conseguiti potrebbe rischiare di restare a bocca asciutta. Il capostaff del presidente, invece, potrebbe arrivare direttamente dalle fila del Partito democratico napoletano.

A Salerno città, invece, Nino Savastano resterà al suo posto anche al Comune, in attesa che venga sollevata l’incompatibilità. Tecnicamente dall’insediamento occorrono 90 giorni, ossia quando si avvierà la campagna elettorale per le comunali. Quanto al candidato sindaco è quasi certa la riconferma di Enzo Napoli. 

Rispondi