Coppa Italia, Salernitana passa il turno e “vola” al Ferraris

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Bogdan, Gyomber, Curcio (37’ st Iannoni); Lombardi (1’ st Kupisz), Schiavone (23’ st Capezzi), Di Tacchio, Cicerelli (23’ st Karo); Gondo, Tutino (16’ st Giannetti). A disp. Micai, Guerrieri, Lopez, Migliorini, Djuric, Aya, Iannoni, Veseli. All. Castori.

SUDTIROL (4-3-1-2): Poluzzi; El Kaouakibi, Curto, Gigli (40’ st Vinetot), Fabbri (18’ st Davi); Karic (32’ st Tait), Gatto, Beccaro (18’ st Casiraghi); Fink; Rover (18’ st Fischnaller), Semprini. A disp. Meneghetti, Bussi, Calabrese, Greco, Bertuolo. All. Vecchi

ARBITRO: Paterna di Teramo

RETI: 8’ st Tutino, 15’ st Cicerelli, 43’ st Capezzi

NOTE: pomeriggio temperato, campo in buone condizioni. Ammoniti: Di Tacchio. Espulsi: Davi per doppia ammonizione. Angoli: 7-3. Recupero: 0’ pt; 3’ st

La Salernitana batte il Sudtirol nel secondo turno di Coppa Italia e passa, arrivando dritta allo stadio Ferraris per sfidare la Sampdoria. Sono 3 i gol segnati agli ospiti, con un Tutino titolare dal primo minuto che trova quasi subito il gol, nonostante un primo tempo sottotono da parte dei padroni di casa. Una vigilia e un match di “paura” con il caso di positività al Covid acclarato poi nel pomeriggio di oggi e che desta preoccupazione all’interno del gruppo squadra. Il resto dei tamponi effettuati – comunque – hanno dato esito negativo, ma gli accertamenti verranno ripetuti domani e venerdì.

Nonostante le lacune difensive, però la Salernitana regge il “colpo” e in avanti dimostra voglia di fare. Le reti sono state siglate infatti tutte nella seconda fase di gioco da Tutino, Cicerelli e l’ultimo arrivato (seppur “vecchia” conoscenza) Capezzi. Stadio Arechi comunque desolatamente vuoto (e non solo per le norme anti-Covid da rispettare), ma anche per la contestazione contro la società granata sempre viva dei tifosi, che accende gli animi. Nonostante il dispiego di Forze dell’Ordine all’esterno dell’impianto di via Allende, tutto è filato liscio, senza intoppi.

Rispondi