Frana 1998 a Sarno, altri due milioni e mezzo dal fondo per i contenziosi

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha destinato alla città di Sarno per il 2020 altri due milioni e mezzo di euro per le spese relative ai contenziosi frana del 1998.L’Amministrazione Canfora ha ottenuto una legge Sarno e poi una successiva proroga al 2022.Senza la gestione condivisa con la Protezione Civile che provvede al pagamento delle sentenze ed i diversi ministeri, senza il fondo, l’ente sarebbe da tempo giunto ad una inevitabile dichiarazione di dissesto con conseguenze per tutti i cittadini tra cui l’aumento delle tasse e l’interruzione dei servizi sociali, dei trasporti e della mensa.Altri comuni come San Giuliano provvedono solo con il fondo.Il mancato dissesto è un miracolo politico, di buona amministrazione ma la situazione deve essere tenuta costantemente in osservazione con professionalità ed accortezza.

Rispondi