Ferraioli torna sindaco: «Chiedo a tutti i consiglieri di collaborare»

“Chiedo a tutti i consiglieri, soprattutto quelli di minoranza, di collaborare nell’interesse della città perchè credo sia giunto il momento di smetterla con la politica come tifo da stadio, chiedo a tutti quelli che si interessano di politica e che sono stati eletti in consiglio comunale di collaborare nell’interesse della città, mettendo fine ad un periodo di contrapposizioni sterili e che sono fini a se stesse”. È questo l’appello che il primo cittadino di Angri Cosimo Ferraioli ha lanciato, esprimendosi all’indomani della sua riconferma a primo cittadino del comune doriano, nella sua prima conferenza stampa (in remoto) della nuova consiliatura. Il secondo mandato è iniziato con un risultato netto: ha prevalso infatti sullo sfidante Pasquale Mauri, già sindaco della città dal 2010 al 2015, con un ampio margine di vantaggio (55,35% dei voti validi a fronte del 44,65% di Mauri). Due le questioni principali che il primo cittadino si troverà ad affrontare: l’emergenza Coronavirus e la vicenda della chiusura dello svincolo autostradale di Angri Nord, conto la quale Ferraioli si era schierato con forza già nei mesi scorsi, guidando la protesta dei suoi concittadini, che proprio in sintonia con l’appello lanciato due giorni fa, monta al di là del colore politico ed è sostenuta da maggioranza ed opposizione. Cuore della polemica è dato dalla prossima apertura del nuovo bivio autostradale che condurrà dalla Salerno – Napoli alla strada statale 268 dei Paesi Vesuviani, contestualmente alla quale si prefigurerebbe una smobilitazione del vecchio casello di Angri. Ferraioli ha emanato un’ordinanza con la quale ha imposto di non procedere alla chiusura dello svincolo (replicando il dispositivo dello scorso 24 luglio). “Il consiglio comunale nella sua interezza ha chiesto a gran voce di non far chiudere il casello di Angri Nord – ha affermato Ferraioli – Abbiamo ricevuto da questo punto di vista risposte positive, in quanto sono stato contattato dalla società autostrade meridionali e dal Prefetto che mi hanno assicurato che rispetto alle ordinanze non staranno con le mani in mano. Il casello non va chiuso e lo ribadiremo in ogni sede”.

Rispondi