Incendio nel carcere di Salerno, Cirielli (FdI) a Lamorgese: “Detenuto extracomunitario sconti la pena nel suo Paese”

“Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese su quanto accaduto, nella giornata di domenica 18 ottobre, all’interno del carcere di Salerno”. Lo annuncia, in una nota, il Questore della Camera e deputato salernitano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Un detenuto extracomunitario, che nei giorni scorsi aveva già usato violenza contro gli agenti della Polizia Penitenziaria, ha appiccato il fuoco dando alle fiamme alcune suppellettili all’interno della sua cella. Soltanto grazie al coraggioso e tempestivo intervento dei poliziotti, lo straniero è stato salvato e la situazione è tornata alla normalità. Questo episodio – denuncia Cirielli – è l’ennesima dimostrazione di quanto siano dannose le politiche dei porti e delle frontiere aperte adottate dal Governo Pd-M5S. Per questo – annuncia – chiederò al ministro Lamorgese quanto intende ancora aspettare prima di introdurre una normativa che preveda l’espiazione della pena per i detenuti extracomunitari nel loro Paese d’origine. Il mio ringraziamento va ancora una volta agli agenti del Corpo della Polizia Penitenziaria per il lavoro che, quotidianamente, svolgono nelle carceri italiane, nonostante la grave carenza di organico e l’assenza di strumenti utili alla difesa come il taser, che il sottoscritto ha più volte posto all’attenzione del ministro della giustizia Alfonso Bonafede senza ricevere alcuna risposta. Fratelli d’Italia sarà sempre dalla loro parte” conclude Cirielli.

Rispondi