Saracinesche abbassate, ma in piazza Amendola continua la protesta dei commercianti

Non si fermano le proteste dei commercianti salernitani. Se da un lato a Napoli continuano i cortei, a tratti violenti e molti – anche questa sera – hanno chiesto le dimissioni del governatore della Campania Vincenzo De Luca, a Salerno in piazza si discute, si dialoga, ma sempre con il pugno “duro”. L’idea rimane la stessa: le nuove restrizioni penalizzano e non poco proprio ristoratori, titolari di palestre, pub e pizzerie che continuano a sentirsi in crisi e in ginocchio dopo un lockdown di mesi, da cui difficilmente ci si è ripresi (e non del tutto). Anche stasera piazza Amendola è stato scenario – appunto – della protesta che continuerà nei prossimi giorni, nonostante le saracinesche abbassate.

Rispondi